Spaghetti del pastificio Gentile con fonduta di Pecorino Romano e pancetta copppata

IMG_2921Appetitosa e Golosa

Altra ricetta che definirei “Comfort Food”.

Dosi per una persona. Affetto 50 gr. di pancetta coppata e la lascio sudare in una padella di ferro o acciaio. Grattugio 70 gr di pecorino romano e scaldo a 65° con 50 ml di latte creando così una crema quasi densa.Cuocio gli spaghetti, li manteco in padella con la pancetta e li servo sul piatto con la fonduta e una generosa grattugiata di pepe nero……………………

 

 

 

Spaghetti del Pastificio Gentile con tonno di Lampedusa

IMG_3200Bella!

Come sempre tanta semplicità e la massima attenzione per gli ingredienti. L’altra sera, ero particolarmente stanco per una intensa giornata di lavoro e non avevo voglia di stare troppo ai fornelli…….. Soffritto leggero di aglio rosso in olio Evo della valle del Belice, pomodori secchi di Modica fatti rinvenire precedentemente per una decina di minuti in acqua bollente, capperi ovviamente di Pantelleria e infine tonno sotto olio di Lampedusa, donatomi dalla mia collega Giovanna. Cuocio gli spaghetti del Pastificio Gentile di Gragnano in “Infusione”e finisco il tutto con del peperoncino fresco tagliato sul momento.

IMG_3211Semplice, vero?????????????????????????????

Mi riprometto di postare la tecnica della cottura della pasta in “Infusione” appresa su internet dal grande cuoco Davide Scabin…………..

 

Riso Acquerello con Asparagi

IMG_2878 (1).jpgFantastico!!!!!

Non amo particolarmente il riso, ma L’Acquerello, è una delizia.Pulisco degli asparagi e i gambi li taglio a pezzetti, Porto a bollore una pentola di acqua salata e li immergo per due minuti. In un Wok rosolo dello scalogno con un poco di burro, verso il riso e lo faccio tostare a dovere con del vino bianco, adagio i gambi appena scottati e lascio cuocere il tutto aggiungendo al bisogno l’acqua di cottura degli asparagi. A pochi minuti dalla fine verso le punte che cuoceranno in brevissimo tempo.

Manteco il tutto con del burro e dell’ottimo Parmigiano Reggiano stagionato. IMG_2982.jpg

La bontà di questo riso risiede non solo nella cura  della coltivazione ma sopratutto nell’invecchiamento. Leggete nella foto qui sotto!

IMG_2855.jpg

Tagliatelle di Castagne su Crema di Zucca, Funghi Porcini e Noci tostate

12336013_10205910648631501_1212009416_nSapori d’Autunno

Era da alcune settimane che volevo creare un piatto tipicamente autunnale     e avevo qualche idea. Andando a trovare una mattina mia cognata e mio cognato, insieme abbiamo elaborato questa semplice ricetta.

Dosi per 5 persone.

Per la crema di Zucca:

600 gr di polpa di zucca e brodo vegetale

Due scalogni e un porro.

Preparate un brodo vegetale con Cipolla, Porro, Carote, Sedano con le sue foglie e sale grosso. Prendete una pentola e fate stufare lo scalogno insieme al porro tagliati sottili con olio evo. Versate la polpa di zucca e lasciate cuocere per una decina di minuiti. A quel punto versate alcuni mestoli di brodo e lasciate cuocere, fino a ridurre il tutto in una crema densa.

Per i Porcini:

Prendete una padella, ungetela con  dell’ olio evo e due spicci di aglio rosso,  versate i Porcini e fate cuocere per una decina di minuti. Alla fine prezzemolo, sale e una macinata di pepe nero.

Per le Noci tostate:

Prendete una ventina di gherli di noci ridotti a pezzettini e fatele tostare in una padella antiaderente con pochissimo olio evo per qualche minuto

Cuocio 600 gr.di tagliatelle di castagne, e servo il tutto come da foto. Consiglio una spolverata di Parmigiano Reggiano invecchiato 30 mesi, o, come mio cognato Paolo ha suggerito brillantemente, del formaggio Silter della Val Camonica.

12309115_10205910648591500_1669584337_nMagnifica abbinata ad un buon Chianti…………….

IMG_2988

Frittata di Alici

Frittata di Alici

Sapore di Mare………

Ingredienti :

6 uova, 500 gr di alici, prezzemolo, sale, pepe, poco grana grattugiato

Sbattete le uova, aggiungete le alici senza lisca, ovviamente, poco sale , pepe nero, prezzemolo ed una idea di grana  grattugiato a chi piace.

Padella con olio extravergine, e la Frittata è Fatta!!!!!!!!!!!!!

Alici in frittata

A proposito, il contorno, lo stabilite VOI!!!!!!!!!!!!!

Sarde a Beccafico al modo Catanese cotte in forno con Zucchine alla Mentuccia……..

Sarde a Beccafico

Arriva l’estate…………..

Magnifiche, lavo le sarde e le pulisco togliendo la lisca e le apro a libro, le lascio macerare nell’aceto bianco per una trentina di minuti. Intanto preparo il ripieno, uovo, pangrattato, uva passa (ammollata nell’acqua per almeno un’ora), pinoli, pecorino romano, parmigiano, abbondante prezzemolo,una idea di aglio e qualche goccia di aceto bianco.

sarde

Stendo su di esse, un poco di ripieno.

Le chiudo con un’altra Sarda, le passo nell’uovo sbattuto in precedenza, con un po’ di sale e pepe e passo il tutto nel pangrattato.Teglia ricoperta di carta da forno, sistemo le “beccafico” e inforno a 180° fino a cottura. Per le zucchine: tagliate a rondelle, le metto sulla mia pentola in ghisa a cuocere a fuoco vivo con olio evo, aglio, prezzemolo, sale, pepe nero e foglioline di menta.

Beccafico e arte

Ho voluto fotografare il piatto con accanto una tempera originale post futurista del pittore e pubblicista Giuseppe Bacci, regalo meraviglioso di due persone speciali……………………………….

Spaghetti alla Gricia

Spaghetti alla Gricia Magnifica nella sua semplicità Per una persona: Prendi 50 gr di ottimo guanciale, decidi se tagliarlo grosso o a fettine (preferisco fettine sottili), lascialo sudare in padella di ferro o di acciaio. Scola gli spaghetti, saltali in padella con un poco di acqua di cottura della pasta, grattugia del pepe nero e manteca il tutto con dell’ottimo pecorino romano. Sii felice!!!!!!!!!!!!!!!!!! Spaghetti alla Gricia 2 E godi nella semplicità……………………….

Penne, Ossobuco e Ceci

Penne con ossobuco

Ghiotto piatto unico!

Non sono un amante della carne, ve ne sarete accorti, ma ogni tanto abbinare carboidrati con proteine animali e vegetali mi soddisfa. In una pentola a pressione rosolo olio evo con un battuto di cipolla, sedano e carote, aggiungo gli ossibuchi tagliati a pezzi, mezzo bicchiere di vino bianco e sfumo il tutto. Aggiungo un paio di bicchieri di acqua, sale e pepe. Chiudo la pentola e lascio cuocere per una quarantina di minuti. A cottura ultimata, aggiungo dei ceci già cotti e chiudendo la pentola cuocio ancora per altri 15 minuti. Preparo le penne rigate e condisco il tutto con la carne e i ceci, prezzemolo, ancora del pepe e del buon parmigiano reggiano………………….

Ossobuco e penne rigate

Tutto qui, come sempre………………

Linguine e Astice

Linguine e Astice

Il primo Bacio (ovviamente non all’Astice)

A Febbraio  ho”festeggiato” il primo bacio dato a mia moglie Elsa, più di cinque lustri fa, ed ho voluto preparare questa semplicissima ricetta.

Prendo un astice surgelato ( non riuscirei mai  ad immergere una creatura viva in acqua bollente),lo scongelo e lo apro per prendere la polpa sia dal carapace che dalle chele. Aglio rosso saltato in olio extravergine pugliese con del peperoncino e pomodori datterini, cuocio la polpa per pochissimi minuti (non oltre altrimenti diventa gommosa) e manteco le linguine con del prezzemolo.Linguine con astice

Magnifico il primo bacio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Mezze maniche rigate con crema di Zucca e cuori di Carciofi

 

IMG_1829

Non per annoiarvi, ma un’altra ricetta semplice e veloce

Prendete dei cubetti di zucca e fateli appassire con della cipolla in padella con olio evo e pochissimo sale, si formerà una crema densa che metteremo da parte. In un altro tegame sempre con olio evo fate saltare un battuto di cipolla e mettete i cuori di carciofo con mezzo bicchiere di acqua, sale e pepe, fino a cottura. Cuocete la pasta e saltatela con i carciofi per poi adagiarla sopra la crema di zucca. Parmigiano ben stagionato e la cena sarà servita……………..

 

Busiati con Lenticchie e Cime di Rapa

Busiati con Lenticchie e Cime di RapaLa gustosità della terra…………

Nel nord Italia, le lenticchie rimangono un piatto sostanzialmente natalizio, mentre “giù” al sud, le si mangiano in tutto il periodo invernale. L’altra sera avevo acquistato delle bellissime cime di Rapa per cucinarle il giorno dopo, avevo già preparato la cena alla famiglia, quando ho pensato, ho voglia di lenticchie, e perché no, le cucino con le Cime…..Proviamo!!!!! Lascio brasare della cipolla di Tropea con dell’olio extra vergine di oliva siciliano, verso le foglie e le cime tritate grossolanamente e in fine le lenticchie, cucinate precedentemente con carote sedano e cipollotti e aggiungo un mestolo di acqua di cottura. Dopo una ventina di minuti il tutto sarà cotto. Cuocio i Busiati e condisco le lenticchie con pepe nero o peperoncino, per chi piace, un filo di olio e poco pecorino….

Credetemi, un gusto fantastico, lo riproposta dopo alcune settimane dopo alla famiglia, dove ha riscosso un inaspettato, ma meritato successo…………………. A proposito, ho provato anche la variante con i broccoletti, una favola!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Mezze Maniche Rigate Senatore Cappelli con Cannellini e Nduja

 

 

 

Mezze maniche Senatore CappelliGhiottissima………………Dedicata a coloro a cui piace il piccante!!!!!!!!!!!!!!

Semplice ricetta, ma con ingredienti di qualità. A volte, dopo aver cucinato la cena alla famiglia, mi ritrovo con la voglia di preparare qualcosa di diverso e mi preparo una ricetta sul momento. Prendo uno scalogno e lo affetto sottilmente, lo lascio brasare con olio evo e verso un cucchiaio di Nduja. Aspetto alcuni minuti e aggiungo dei fagioli cannellini, mezzo bicchiere di acqua ,poco sale e cuocio a fiamma bassa per una quindicina di minuti. Manteco le mezze Maniche Senatore Cappelli con il sugo e guarnisco con prezzemolo e parmigiano reggiano.  Senatore Cappelli

Fusillotti Rummo con crema di Cipolle di Giarratana e Pomodorini secchi di Modica

Fusillotti con crema di cipolle di Giarratana e Pomodorini secchiLa dolcezza……….

La cipolla di Giarratana è particolare, dolce, non vi fa piangere quando la affettate e si presta a varie ricette gustose. Vi spiego, l’altra sera avevo due belle cipolle dal peso di circa 800 gr, propongo così a mia moglie Elsa di cucinarle per un sugo per la pasta. Con sguardo diffidente, mi concede fiducia, come sempre. Affetto sottilmente le cipolle, senza nessun senso di colpa, non piango, e le verso nel mio tegame in ghisa con olio evo di ottima fattura. A fiamma bassa lascio soffriggere in allegra compagnia di pomodorini secchi di Modica, donati dalla mia collega Gianna, fino a doratura. Aggiungo dell’acqua, poco sale, copro il tegame e lascio “pipiare” fino a disfacimento delle “Giarratane”. Cuocio ad Infusione i Fusillotti del Pastificio Rummo ed alla fine manteco il tutto con parmigiano reggiamo 24 mesi , poco olio e per una questione cromatica, spolvero con dei semi di papavero.Sugo di cipolle di GiarratanaA proposito, vi spiegherò la mia ultima scoperta: la cottura della Pasta ad infusione…………………Cipolle di GiarratanaDimenticavo, un grande successo in famiglia………………..

Il mio PANE

Il mio PANEMagnifico……..

Da alcuni mesi mi sono dedicato alla Panificazione su consiglio della mia amica Donna Elvira, la quale sforna quotidianamente  del pane meraviglioso …..Dopo alcuni insuccessi il risultato è stato entusiasmante. La preparazione risulta più complicata nel descriverla che nella esecuzione. Allora, attenzione al tempo, prendiamo 300 gr di farina Manitoba (fra poco proverò quella di semola e vi dirò….) la verso nella impastatrice (sono le 21.00 ) con 180 ml di acqua con 2 gr di lievito di birra sciolto e riposato per almeno un’ora, impasto brevemente per qualche minuto e la lascio  nella sua ciotola, coperta con un canovaccio nel forno spento fino alle 13.00 del giorno dopo. Preparo ancora 300 gr di farina che verso nella ciotola della impastatrice e lascio impastare con circa 80 ml di acqua e un cucchiaino raso di sale per circa dieci minuti. Stendo sulla teglia infarinata il il mio meraviglioso impasto e lascio ancora  riposare per un’ora e mezza. Una volta lievitata per il doppio della sua dimensione, tiro l’l’impasto ,ovvero, prendete un lato e lo tirate per ripiegarlo sull’impasto.Fate questa operazione per i restanti tre lati, ed infine capovolgetela e lasciatela lievitare sempre in forno spento fino alle 20.00

pane di casaVisto come lievita…………..

Portate il forno al massimo della temperatura, circa 250° con un pentolino di acqua posizionato alla base del forno per umidore l’amiente e infornate,  dopo aver inciso con una lama il dorso della pagnotta e cuocete per circa 30 minuti.

il mio çaneAppena sfornato, lasciate raffreddare, ma noterete un miracolo, la crosta incomincerà a parlarvi, Ascoltate bene con molta attenzione, chissà, forse Dio ha qualche cosa da dirvi……………………..

Anelli Siciliani con la Cucuzza dei quaranta giorni

Anelli siciliani con la cucuzzaLa Dolcezza………………………

Trovare la cucuzza a queste latitudini è impresa assai ardua. Merito di un coltivatore lungimirante di un paese qui vicino. Quando sabato scorso la vidi in un piccolo chiosco di verdura esclamai a mia moglie Elsa ,Mii…a la Cucuzza! Di solito non sono così volgare, ma l’emozione mi aveva sopraffatto . E’ tradizione in Sicilia cucinarla in vari modi, la caratteristica è la sua dolcezza. Prendi con amore la Cucuzza e con un pelapatate elimina la buccia esterna. Tagliala a dadini e la versi su un soffritto di cipolla di Tropea, lasciala dorare dolcemente, aggiungi una patata anch’essa tagliata a pezzetti e continua a rosolare. Metti del pomodoro fresco a tocchetti e copri tutto con dell’acqua di fonte, sale , pepe e lascia cuocere. Unisci il tutto con della pasta di formato corto spolvera con del  Parmigiano o meglio del Pecorino pepato, e in fine del Basilico fresco. La tua anima ti ringrazierà……………………………………………………..

CucuzzaMi dispiace non aver fotografato il grande ortaggio, lo aggiungerò quanto prima!!!!!!! 

Cucuzza dei quaranta giorniEcco fatto!

Falso Magro con Patate e Polenta

Falso MagroPer chi ama gli Stufati……………Veloci!!!!!!

Il falso magro è una ricetta tipicamente siciliana. E’ di una semplicità sconvolgente ed un costo assai contenuto. Ovviamente ho voluto unire alla tradizione meridionale quella della Polenta che tanto piace in famiglia. Non do le dosi, a voi le quantità. Allora, incominciamo! Per il ripieno, ho preso degli spinaci (o qualsiasi altra verdura a foglia verde) e dopo averla cotta a vapore l’ho saltata in padella con aglio, burro, parmigiano e una idea di sale.  In un padellino ho rosolato della salsiccia e sfumato con del vino bianco. Verso gli spinaci e il trito di salsiccia in un robot da cucina e creo così il ripieno. Premetto, non amate la salsiccia, usate del prosciutto, cotto o crudo, oppure solo verdura! Bene, ora passiamo alla carne. Prendete delle fettine di vitellone, sbattetele con il batticarne e su un foglio di carta da forno, stendetele formando tra loro una sorta di rettangolo dove verserete il ripieno. Richiudete il tutto a mo’ di “polpettone” e legatelo con dello spago per alimenti.Falso magro con patateRosolatelo in un tegame con olio extravergine e dell’aglio, aggiungete un mestolo di brodo e le patate tagliate.

Lasciate cuocere il tutto a fuoco lento fino a cottura ( il sugo deve essersi ritirato). Servitelo con delle nuvole di polenta e il piatto è pronto!!!!!!!!!Falsu MagruFalso Magro con Patate e Polenta

Vitello Tonnato

Vitello TonnatoAltro “Classico” della cucina italiana::::::::::::::::::

E’ vero, rimane un classico, in estate è una ricetta fantastica. Penso che chiunque sia in grado di prepararla, questo è il mio modo. Prendo un Magatello e lo cuocio in pentola a pressione in compagnia di carote, sedano, cipolla, una patata e del sale, per circa un ora. una volta cotto,lo lascio raffreddare nel suo brodo. Per la salsa: In un Minipimer metto 2 uova sode, tonno sott’olio sgocciolato, un’acciuga,capperi, olio extravergine e del brodo di cottura della carne e due gocce di aceto balsamico. Frullo, controllando  la densità e assaggio. Affetto la carne, verso la salsa sopra e lascio per un paio di ore a riposare in frigo dolcemente. Guarnisco con delle foglioline fresche di sedano e capperi. vitel tonnè

Filetto di Manzo al Pepe Verde

Filetto di Manzo al pepe verdeIl classico dei classici…………….

Non amo particolarmente la carne, preferisco di gran lunga il pesce o i legumi, ma ogni dieci anni circa, mi preparo un filetto al pepe verde. Prendo la mia padella in ghisa e ben calda sciolgo una noce di burro con una idea di olio extravergine, vi adagio i filetti , legati con dello spago per mantenerne la forma, e lascio cuocere a fuoco medio per 2 minuti circa per lato. Tolgo la carne e la tengo al caldo in un contenitore chiuso ermeticamente. Nella padella a questo punto verso circa 40 ml di delizioso Zibibbo (si dovrebbe usare del cognac ma lo Zibibbo emana dei profumi afrodisiaci) e lo lascio evaporare felicemente.Verso un cucchiaio di pepe verde in salamoia precedentemente schiacciato, due cucchiaini di senape dolce di Digione e 50 ml di panna fresca. In questa crema deliziosa ripongo i filetti di manzo, aggiungo del sale e li lascio nuotare per un paio di minuti a fuoco bassissimo.Filetto al pepe La famiglia ringrazia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Busiati con Piselli, Pomodori secchi e Cuori di carciofo

Busiati con piselli,pomodorini secchi e cuori di carciofiFantasia di colori………….

Anche questa è una ricetta semplice, profumata e particolarmente ghiotta. Ingrediente principale sono i Busiati trapanesi, una pasta di grano duro siciliano di una dolcezza unica, dal sapore antico, di vero grano! Per una persona: prendo uno scalogno e affettato, lo lascio brasare con dell’olio extra vergine, aggiungo dei pomodorini secchi sott’olio tagliati a pezzetti, una tazza di pisellini e un cuore di carciofo tagliato in quattro. Lascio cuocere con un poco di acqua a pentola coperta fino a cottura. Cuocio i Busiati e li manteco  con il sugo e  del pecorino siciliano pepato. Magnifici!!!!!!!!!!!!!!!

Crescione e Piadina Romagnola a modo mio !

Crescione e piadinaBuonissima, la mia prima volta!!!

Ho voluto fare da me l’impasto della piadina, attingendo dalle esperienza dei miei vari amici, il risultato è stato molto soddisfacente, anche rispetto a quelle piadine comprate già fatte. Ingredienti: 500 gr di farina 00 biologica, 250 ml circa di acqua, un cucchiaio e mezzo di strutto a temperatura ambiente, un cucchiaino raso di sale fino e una punta di bicarbonato. Metto gli ingredienti nella impastatrice e lavoro la pasta per una decina di minuti,  lascio riposare per circa un’ora l’impasto avvolto nella pellicola, infine preparo delle palline del peso di circa 80/90 gr  e le lascio riposare ancora per quasi un’ora in un contenitore ermetico. A quel punto stendo l’impasto con il matterello. Con una forchetta la bucherello per non far formare durante la cottura delle bolle che potrebbero bruciarsi e cuocio sul “Testo” o come nel mio caso in una padella di ghisa molto calda per un paio di minuti per lato. PiadinaPer il Crescione, farcisco la piadina con della mozzarella fior di latte ben sgocciolata e della passata di pomodorini di Pachino con origano di Sicilia e la delizia, dopo poco è servita!!!!!!!!!!!!Crescione Romagnolo

CrescioneDimenticavo, per sigillare il Crescione, spennellate il bordo con un poco di acqua e aiutatevi con i rebbi di una forchetta. Questo Crescione mi ha entusiasmato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Focaccia alle Cipolle

Focaccia alle CipolleVeramente ghiotta!!!!!!! 

Ultimamente mi sto dedicando alla preparazione di pane e focacce e all’inizio i risultati sono stati piuttosto deludenti, ma ora a mio avviso, raggiungo la sufficienza! Dosi: 500 gr di farina 0, 250 ml di acqua, un cucchiaino raso di sale, 2 gr di lievito fresco di birra, un cucchiaio di strutto e 2 cipolle medie. Impasto la farina con l’acqua dove avrò lasciato sciogliere e riposare per mezz’ora il lievito, metto il sale e lo strutto a temperatura ambiente nella planetaria. Prendo la mia bella palla di impasto e la stiro sui quattro angoli e la lascio lievitare per circa otto ore o più. Premetto, l’ho preparata alle dieci di mattina, stesa in teglia alle sette di sera, poi c’era l’aperitivo con mia moglie sul lago ed in fine sono riuscito ad infornarla alle otto e trenta. Comunque, sempre la mattina affetto due cipolle medie e le lascio macerare con sale, olio extra vergine e del pepe nero sino alla sera. Come dicevo stendo l’impasto e lascio riposare ancora per circa un’ora, ricopro con le cipolle ed inforno a 250° fino a cottura completa (20 minuti circa). Credetemi, una meraviglia!!!!!!!!!!!!!!!!!                                                                                                                                             focaccia alle cipolle dorateFocaccia

Spaghetti con Pomodorini Confit, Asparagina e Scalogno

Spaghetti con pomodorini confit e aspareginaVeloce e sana!

L’altra sera, io e mia moglie ci siamo ritrovati soli per cena, i figli erano in giro ed allora come diceva il Patriarca Abramo “cchiù picca semu e mgghiu nà passamo”( traduzione: più pochi siamo e meglio c’è la passiamo) ho preparato questi deliziosi spaghetti! Ho preso dei pomodorini, li ho tagliati a metà e sistemati su della carta da forno in una teglia. Ho versato su ognuno di loro un pizzico di sale , pochissimo zucchero, origano siciliano ed un filo di ottimo olio extravergine e fatti cuocere in forno a 180° fino a leggera doratura. Taglio a pezzetti l’asparagina e con le punte le rosolo insieme con un paio di scalogni tagliati sottili, sottili, del peperoncino e dell’olio extra vergine in un wok. Porto ad ebollizione l’acqua di cottura e verso i pezzetti dei gambi rimasti e aggiungo gli spaghetti. Alla fine manteco il tutto nel wok spolverando con una idea di parmigiano reggiano stagionato.Spaghetti con pomodorini confit

Fagiolini con Aglio,Olio, Aceto Balsamico e origano di Sicilia

Fagiolini con olio aglio origano e aceto balsamicoOvvero, i fagiolini che mi preparava mia madre…..

Quando ero ragazzo, in estate, tornavo sempre tardi a casa e mia madre mi faceva trovare la classica cena fredda, era bravissima a cucinare, con poco riusciva a far grandi cose, tra i quali questi fagiolini gustosissimi.

Si fanno cuocere a vapore e ancora caldi si versano in una zuppiera con del buon olio, aglio a pezzetti, alcune gocce di aceto balsamico, origano di Sicilia e un pizzico di sale. Si lascia riposare per un’ora affinchè i sapori si uniscano tra di loro. Fantastica semplicità !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Crespelle con Trevigiano, formaggio Monte Veronese, crema di Cannellini e pistacchi di Bronte

Crespelle con trevigianoRicetta preparata per  Pasqua…………

Buone, le avevo fatte alcune settimane prima per i miei figli ed erano venute molto bene anche se avevo usato alcuni ingredienti differenti. Preparo una quindicina di crespelle con un litro di latte, 4 uova, un pizzico di sale, 400 gr di farina 0, e 80 gr di burro fuso. Prendo e taglio sottilmente del trevigiano che braso con dello scalogno e una idea di sale. In una pentola soffriggo della cipolla e verso i Cannellini, facendoli cuocere per una quindicina di minuti, con un minipiner, riduco tutto in crema, versando a filo un poco di olio extravergine. Farcisco le crespelle con il trevigiano brasato e tocchetti di formaggio Monte Veronese, le chiudo e le lego con dello spago da cucina. In una teglia verso la crema di Cannellini e dei pistacchi di Bronte pestati grossolanamente, ripongo le Crepes e guarnisco ancora con un poco di crema e pistacchi.

Inforno a 200°  e lascio gratinare leggermente. Veramente ghiotto!!Crespelle con trevigiano

Maccheroni a cinque buchi con Salsiccia

Pasta a 5 buchiErano trent’anni che non la gustavo……………

E’ tradizione a Catania per carnevale preparare questa pasta, introvabile tra l’altro per il resto dell’anno. I pochi pastifici che la preparano la producono solo in quel periodo. E’, come immaginate, una rarità, sopratutto “qui al Nord”. Si prepara un sugo di salsiccia con un soffritto di cipolla, sedano e carote,  dopo aggiungete del pomodoro e lasciate cuocere il tutto per un’ ora circa. Si cuoce la pasta per circa nove minuti e la si condisce, del pepato stagionato alla fine, renderà  il tutto  fantastico…….5 buchiUn grazie  particolare ai miei amici Antonio, Ciccio,Pippo, Filippo e Giacinto che mi hanno spedito un paio di chili di questa fantastica pasta, rendendomi semplicemente felice!!!!!!!!!!!!!!!!!! 

Farinata Di Ceci

Farinata di CeciOttimo stuzzichino…….

Ingredienti: 900 ml di acqua , 300 gr di farina di ceci, poco meno di mezzo bicchiere di olio extravergine, poco sale e pepe nero.

Prendete una ciotola e versate la farina di ceci, aggiungete, poco alla volta l’acqua e con una frusta amalgamate il tutto, ottenendo un liquido denso, ma attenzione a non formare grumi. Lasciate riposare per alcune ore, non oltre le otto. Se si formerà della schiuma toglietela con un mestolo forato.Prima di infornare in una teglia bassa (un paio di centimetri di spessore), aggiungete poco sale, vi raccomando, l’olio e il pepe. Cuocete in forno statico a 220° fino a vedere formarsi una deliziosa crosticina.


Farinata
La si potrà gustare con dei formaggi a pasta molle e con un bicchiere di buon Chianti………

Passato di Lattuga con semi di papavero

Passato di lattuga con semi di papaveroStranamente è piaciuta a tutti……..Figli compresi………..

Ieri mattina, verso le otto, dopo una tazzina di caffè, sbircio nel frigorifero alla ricerca di prodotti prossimi alla scadenza, della serie, ricette svuota frigo.

Incontro casualmente una confezione di insalata, cuori di lattuga, e allora mi metto all’opera. Otto Zero Quindici, affetto tre scalogni e li lascio dolcemente brasare con dell’olio extravergine toscano, cubetto una mega patata e aggiungo. Otto e trenta, prendo i cuori di lattuga e li verso nel “pentolone”, un litro di acqua di fonte, sale quanto basta e pepe rigorosamente NERO. Cuocio per trenta minuti, frullo il tutto con il minipimer, e servo con del parmigiano reggiano stagionato trenta mesi. Gocce di olio e semi di papavero per il gran finale.

crema di lattuga

Linguine con Colatura di Alici, Gamberoni e Broccoletti

Linguine con Colatura di alici, gamberoni e BroccolettiGarum o non Garum

Ho finalmente trovato nel mio negozio preferito, “La Dispensa”, la meravigliosa Colatura di Alici. Dosi per una persona: prezzemolo, mezzo spicchio di aglio rosso di Sulmona, olio extravergine di oliva (ovviamente di qualità), dei pomodorini gustosi, peperoncino, un gamberone e un ciuffo di broccolo. Prendo una insalatiera e verso l’olio con il prezzemolo tritato, il peperoncino, i pomodorini tagliati,  l’aglio a pezzettini e un cucchiaino e mezzo di Colatura di Alici, emulsiono il tutto e lascio riposare per una buona mezz’ora.

Emulsione Cuocio la pasta in acqua NON SALATA, e una volta cotta, la verso nella insalatiera con dei bocconcini di gamberone e un ciuffo di broccoletto cotti al vapore.

Garum????

finaleCome sempre, “la semplicità”  dei sapori Mediterranei rende il mio animo “semplicemente felice”……………………

Scialatelli, Robiola e Pepe Nero

Scialatelli,robiola e pepe neroSemplice e gustosa 

Magnifica per la sua semplicità, ieri sera avevo preparato per la famiglia i petti di pollo alla bretone su desiderio di mio figlio Andrea, con riso Basmati e come spesso capita ero troppo stanco per cenare. Verso le 21 la fame si fa sentire ed allora…………

Cuocio 100 gr di Scialatelli del pastificio Rummo e una volta cotti li verso in una zuppiera con 100 gr di robiola, un mestolo di acqua di cottura, una manciata di pepe nero e una abbondante grattugiata di parmigiano reggiano stagionato 30 mesi. Che dirvi, sarà stata la fame……. Fantastica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Scialatelli, robiola e pepe nero

Spaghetti con Pomodorini secchi e Nduja

Spaghetti con Pomodorini secchi e NdujaI sapori del Sud………

L’altra sera non sapevo cosa preparare per cena, ero particolarmente stanco e non volevo tribulare sui fornelli, allora ……….IDEA!!!!!!!!!!!! Nell’inseparabile Wok lascio dorare due spicchi di aglio rosso di Sulmona con dell’ottimo olio evo Pugliese, affetto dolcemente alcuni pomodorini secchi sott’olio e li salto insieme a della meravigliosa Nduja. Pecorino, prezzemolo e alcune gocce di olio a crudo, renderanno i miei spaghetti fantastici……………spaghettiedintorniUn grazie va a Roberto, che mi ha regalato della meravigliosa Nduja, a Francesca per il fantastico olio Pugliese e alla mia inseparabile amica “Donna Elvira” per i pomodorini secchi sott’olio…..!

Mezze maniche rigate di Gragnano con Crema di Robiola, pesto di Rucola e Granelli di Pancetta

Mezze maniche rigate di Gragnano con crema diMhmmmmmmmmmm, meravigliosa

Fantastica, dosi per 4 persone. Due robiole Osella, 125 ml di panna fresca, 80 gr di Rucola, un cucchiaio di parmigiano reggiano stagionato 30 mesi, una dozzina di pistacchi di Bronte,una punta di aglio a chi piace, olio extravergine, 100 gr di pancetta dolce e un paio di cucchiai di vino bianco. Per la crema: in una padella fate sciogliere la robiola con la panna fresca, non portarla ad ebollizione, fatela leggermente addensare. Per il pesto: in un bicchiere da Minipimer mettete la rucola il formaggio grattugiato, i pistacchi di Bronte, olio, aglio  e frullate il composto. Prendete la pancetta, tritatela con il mixer e in un pentolino antiaderente fatela tostare con il vino bianco. Cuocete la pasta e servitela su piatti caldi con la crema, qualche cucchiaino di pesto e la granella di pancetta. Fantastica!!!!!!! Un consiglio, non mischiate il tutto nel piatto, ma ogni mezza manica va gustata singolarmente o con un po di pesto o con la crema di robiola e la pancetta croccante o tutto insieme….. Ma sempre singolarmente!!!!!!!!!!!!!!Mezze maniche rigate con crema di robiola, pesto di rucola e graniglia di pancetta

Risotto con Trevigiano, Castelmagno e Granella di Pistacchi di Bronte tostati

Risotto con Trevigiano, Castelmagno e Pistacchi di Bronte tostatiAuguri di un sereno 2014

Per il cenone di capodanno, ci siamo ritrovati io e mia moglie Elsa da soli, i ragazzi erano a festeggiare ed allora cenetta tranquilla e romantica. La mattina del 31 ho preparato un brodo di coniglio nostrano con le solite verdure (carote, sedano, cipolla e patate), la sera ho preso il mio inseparabile tegame in ghisa e mi sono messo all’opera….. Soffritto di cipolla e trevigiano tagliato sottilmente con una noce di burro e un pensiero di olio extravergine, tosto 200 gr  di riso Carnaroli e annaffio con un Pinot Chardonnay. A fine cottura aggiungo una quarantina di gr di Castelmagno, manteco e servo con la graniglia di Pistacchi di Bronte tostati in precedenza.

spaghettiedintorniCredetemi, una Catarsi…………………………

Spaghetti con Pinoli Tostati, Uva Sultanina e Castelmagno

Adoro il Castelmagno

L’altra sera, avevo preparato per la famiglia una classica teglia di pizza, ma ero in crisi di astinenza da spaghetti ed allora ho sperimentato questa ricetta molto veloce.
Prendo una padella dove soffriggo leggermente uno spicchio di aglio in camicia in olio extra vergine, verso dei pinoli tostati e dell’uva Sultanina lasciata ammollare in acqua per una mezzora e cuocio per pochissimi minuti. Verso gli spaghetti e manteco il tutto con scaglie di Castelmagno e una fogliolina di basilico. Magnifico

Spaghetti con pinolitostati, uva Sultanina e Castelmagno

Riso Venere con Scarola Stufata e code di Gamberi

Riso Venere con Scarola stufata e code di GamberiMia moglie Elsa aveva ragione…………

Ogni tanto, “la mia Elsa” mi sottopone delle ricette che trova in alcune riviste femminili e mi chiede di riproporle. Io, con malcelato orgoglio, snobbo e la convinco che sono delle ricettine inventate sul momento ma mai provate “sul Terreno”. Nel caso di questa ricetta, mi sono dovuto ricredere, con pubbliche scuse. Porto a cottura del riso Venere in acqua bollente, lo  unisco con dei pomodorini freschi tagliati a pezzetti e olio extra vergine siciliano. Prendo dei mazzi di Scarola e in una padella, con olio, aglio in camicia, poco sale e pepe nero, lascio stufare a fuoco lento, fino a cottura. Code di gambero cotti a vapore per pochi minuti ed erba cipollina, completeranno il piatto.

IMG_1368Veramente un abbinamento di sapori magnifico, da provare. !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Tagliatelle all’uovo con Cannellini

Tagliatelle all'uovo con CannelliniRicetta per chi ha poco tempo…

Alcuni giorni fa, ero tornato a casa verso le 19.30, le “locuste” reclamavano, il tempo era tiranno, allora mi sono messo all’opera con velocità “worm”. Soffritto di carote, sedano e cipolla, un paio di barattoli in vetro di Fagioli Cannellini, doppio concentrato di pomodoro e un paio di bicchieri di acqua. Cuocio le tagliatelle e le manteco con il sugo, aggiungo un po’ di pepe nero ed erba cipollina. Le Locuste ringraziano.

spaghettiedintorni tagliatelle

Maccheroncini di Campofilone al Castelmagno

Maccheroncini di Campo Filone al CastelmagnoFantastico!!!!!!!!!!!!

Ricetta deliziosa, dove la estrema semplicità di preparazione si accompagna con l’eccellenza degli ingredienti. Cuocio la pasta e la verso in una capiente zuppiera con del burro di Malga, Castelmagno a scaglie, pepe nero e la si rende “morbida” con un mestolo di acqua di cottura.

 

 

Spaghetti con Broccoletti, Pomodorini e Salsiccia

Spaghetti con Broccoletti, Pomodorini e SalsicciaGhiottissima………

L’altra sera ho preparato per la mia famiglia dei Pizzoccheri, ma come alcune volte capita, ho preferito cucinare per me un piatto diverso. Prendo il mio Wok e soffriggo leggermente mezza cipolla di Tropea, e aggiungo della salsiccia sbriciolata, dopo aver tolto il suo budello. Sfumo con mezzo bicchiere di vino bianco e lascio cuocere, a fuoco basso,  con alcuni pomodorini per una venticinquina di minuti. Porto a bollore una pentola di acqua salata e verso alcuni ciuffi di broccoletti che farò cuocere per pochi minuti (devono essere croccanti, non scotti) e alla fine li manteco con la salsiccia e i pomodori. Cuocio gli spaghetti nell’acqua di cottura della verdura e una volta cotti, via nel Wok per unirsi con il delizioso sugo. Spolverata di Parmigiano e grande felicità…..

Focaccia con Pomodorini, Acciughe e Origano

Focaccia con pomodorini e AcciugheSemplice Stuzzichino

Ieri mattina, ho pensato, adesso preparo una focaccia. Con la macchina del pane impasto 500 gr di farina Manitoba con un pizzico di sale, meno di un grammo di lievito fresco di birra sciolto in 250 ml di acqua, lasciato riposare per trenta minuti e un paio di cucchiai di olio extravergine. Lascio il tutto a lievitare per circa 4 ore e delicatamente stendo l’impasto in una teglia leggermente oliata. Sistemo i pomodorini tagliati a metà, le acciughe, origano e irroro ancora con dell’olio extravergine. Inforno a 250° e dopo 10 minuti ecco il risultato………………..

La Mortandela della Val di Non

la mortandela della val di nonSplendida…….

Vi allego le caratteristiche meravigliose di questo presidio Slow Food. Ovviamente, scoperta nel negozio “La Dispensa”. In passato, in Val di Non, ogni famiglia usava acquistare un maialino alla Fiera dei Santi e allevarlo per circa 12 mesi a patate, crusca, scarti di ortaggi e fieno. Con la carne si produceva il più tipico dei salumi della Val di Non, una zona storicamente a forte vocazione norcina, usando esclusivamente il suino, compresa la gola e, più raramente, il cuore e i polmoni. Oggi la mortandela è ancora prodotta artigianalmente da alcuni produttori, ma è sempre più difficile recuperare la materia prima migliore, ovvero maiali pesanti allevati con alimenti naturali.
Dalla curiosa forma a polpetta, fortemente affumicato e dal caratteristico colore bruno, questo antico salume si ottiene disossando le carni, sgrassandole, snervandole, macinandole e aggiungendo un miscela di spezie. L’impasto così ottenuto si divide in piccole porzioni di circa due etti. A questo punto le carni non sono insaccate, ma appallottolate e adagiate su assi di legno, su uno strato di farina di grano saraceno. Dopo una prima asciugatura di circa 12 ore si passa all’affumicatura (a una temperatura di circa 25°C) e, dopo sei o sette ore, le mortandele devono essere girate, una a una, perché si asciughino e affumichino in modo uniforme. Dopo una settimana sono pronte, ma è meglio aspettare almeno un mese per il consumo.
La mortandela è un prodotto sostanzialmente fresco. Al naso non deve prevalere l’odore di carne e le spezie non devono essere troppo invadenti. In bocca la qualità dipende dalla buona mondatura della carne: non si devono sentire nodi, parti coriacee e cartilagini. Si può consumare cruda o cotta in abbinamento a polenta, patate o verdure di campo lesse, come il tarassaco.

La dispensa

Pasta, Patate, Zucchine, Pomodoro e Cipolle

Pasta, Patate, Zucchine, Pomodori e CipolleRicetta anticrisi……. Per 4 bocche da sfamare

Nel solito Wok tutto fare, verso dell’olio extra vergine di oliva con una bella cipolla tagliata sottile e lascio brasare. Aggiungo un paio di zucchine tagliate a cubetti, una patata media a pezzetti, un poco di passata di pomodoro, sale q.b. e un paio di bicchieri di acqua. Porto a cottura il tutto e manteco con dei Fusillotti del pastificio Rummo di Benevento, pecorino pepato e un filo di olio extravergine Pugliese.

spaghettiedintorni.comMagnifico piatto…..

spaghettiedintorni.com

Tortellini, Panna, Prosciutto e Piselli

Tortellini,Panna ,Prosciutto PiselliRicetta tipicamente Vintage, anni 70’………….

Erano almeno venti anni che non la preparavo, era un piatto classico nella cucina italiana anni 70′. In oltre non amo particolarmente la panna, ma il risultato, devo ammettere è stato ottimo e apprezzato particolarmente dai miei figli….In un Wok soffriggo mezza cipolla di Tropea con dell’ottimo olio pugliese,  verso del prosciutto  cotto tagliato a listarelle e dei pisellini e cuocio con mezzo bicchiere di acqua per una decina di minuti. Verso una confezione di panna fresca e poco sale. Manteco il tutto con i tortellini, parmigiano reggiano, mix di pepe ed erba cipollina.  Veramente ghiotto  il piatto “Vintage”………………………………………..

Crostino di Pane con Brie de Meaux

Crostino di pane con Brie de MeauxStuzzichino meraviglioso…..

E’ proprio vero, nella semplicità c’è la perfezione. Ho trovato questo favoloso formaggio francese nel negozio dove saltuariamente mi reco a confortarmi l’anima (La Dispensa). Questa azienda produttrice “La Tradition du Bon Fromage” raccoglie vari formaggi da piccole realtà produttive e le distribuisce in maniera indipendente. Ho fatto tostare leggermente delle fettine di pane di semola dove ho posato sopra una fettina di Brie. Magnifico!!!

spaghettiedintorni.comDimenticavo, un paio di gocce di salsa di peperoncino Habanero, hanno aumentato la mia gioia…………………..

spaghettiedintorni.com

Involtini di manzo con caciotta affumicata e crostini di polenta

Involtini di manzo con caciotta affumicataCome fare la solita “triste bistecchina” in modo leggermente diverso.

Oggi mio figlio Andrea non voleva mangiare l’arrosto con patate e polenta rimasto da ieri e gli ho proposto una semplice bistecca con insalata verde. Accettato!! Non avevo voglia di cucinare ma l’idea di fare una triste “bistecchina” ai ferri, mi avrebbe riempito di  sensi di colpa per una esistenza intera. Allora metto un poco di olio extravergine in un padellino con uno spicchio di aglio e lo lascio leggermente dorare. Prendo le “tristi” fettine di carne e le spolverizzo con del prezzemolo e una fettina di caciotta affumicata e un mix di pepe. Formo degli involtini e lascio cuocere brevemente in padella. In una piastra di ghisa faccio arrostire le fette di polenta del giorno prima e le servo con la carne. spaghettiedintorni.comAlla fine non è stata poi così triste…………………………

Uovo al Burro con Polenta detto anche Ciarighì

Uova al burro con Polenta detto CiarighìDa un piatto povero nasce l’eccellenza…………

Questa mattina alle otto ho iniziato a preparare il classico arrosto domenicale, tipica ricetta bergamasca. Si preparano le patate al forno e ovviamente la Sacra Polenta. Non essendo un estimatore della carne mi sono preparato un uovo al burro di Malga, accompagnandolo con della polenta, il classico Ciarighì, (uovo fritto nel burro). Credetemi, semplicemente fantastico. Provatelo, in una giornata uggiosa ti scalda l’anima………..Ciarighì

Tagliolini all’uovo con Cavolo Cappuccio Viola

Tagliolini all'uovo con Cavolo Cappuccio ViolaDolcissima scoperta…….

Non ricordo di averlo mai mangiato, ma credetemi è di una dolcezza che non ha eguali. Sabato scorso durante una passeggiata con mia moglie Elsa, lungo le rive del fiume Oglio, abbiamo scoperto un appezzamento di terreno coltivato in modo splendido da una giovane ragazza e un ragazzo, dove a richiesta ti vendono tutti i prodotti della loro terra. Attratto da tutto quel ben di Dio ho richiesto un bel “Cavolo”, prontamente la ragazza mi ha invitato a seguirla e sul momento coglierne uno gigantesco. Ricetta per circa 4 persone………. 700 gr di cavolo cappuccio tagliato sottilmente e messo a stufare (in pentola a pressione) per una decina di minuti su un soffritto di cipolla di Tropea e 50 gr di pancetta. Aggiungo un litro di acqua, sale e pepe e lascio cuocere per una  ventina di minuti chiudendo la pentola a pressione. Cuocio i tagliolini e li verso nei piatti dove avrò messo precedentemente un mestolo di cavolo cotto, un poco di olio extra vergine, pepe e parmigiano reggiano grattugiato renderanno il piatto bucolicamente fantastico…………….!!!spaghettiedintorni.com

Pane di segale con fette di Manzo Affumicato, Toma del caseificio Sabaco D’ Oc, Pomodoro aromatizzato all’origano e foglioline di Valeriana

Panino di segale.......Fantastico, questo panino ha avuto il plauso di Andrea, il mio figlio maggiore………………….

Anche dei semplici panini possono regalarti grande soddisfazione. Panino di segale tagliato in due e bagnato leggermente con dell’olio extravergine dell’azienda agricola dei F.lli Germinali (Vieste, FG),una fetta di pomodoro con origano siciliano, due fette di Toma quadrata del caseificio Sabaco D’Oc, due fette di Manzo affumicato, ancora pomodoro e foglioline di Valeriana. Semplicemente meraviglioso…….Panino di segale

Tagliatelle con Porro e Panna

Tagliatelle con Porri e PannaRicetta veloce e un poco sfiziosa……………

Sono pochissime le ricette che preparo con la Panna, forse perché sono un po’ anni ottanta , forse perché copre troppo i sapori, ma insieme ai porri la trovo deliziosa. Prendo due porri e li affetto sottilmente, cuocio lentamente con poco olio extravergine e alcuni cucchiai di acqua fino a renderli morbidi, verso due confezioni di Panna con una idea di sale e un mix di pepe. Manteco le tagliatelle (semola o all’uovo, fate Voi) con dell’acqua di cottura, parmigiano reggiano e il piatto è pronto. Questo per due persone………………..

IMG_1165

Spaghetti del pastificio Martelli con Ragù di Polipo

Spaghetti co Ragù di polipoDeliziosa……………

Ai miei due figli, Andrea e Cesare, quando gli propongo dei piatti di mare, dicono subito di si. L’altra sera, tornato dal lavoro, ho pensato di preparargli del polipo. Per due persone: mezzo chilo di polipo, un barattolo  di pomodorini, olio extravergine pugliese, due spicchi di aglio, prezzemolo, sale e mix di pepe. Prendo una pentola a pressione e porto a ebollizione dell’acqua leggermente salata con alcune gocce di aceto balsamico di Modena. Immergo i polipetti e chiudo la pentola, lasciando cuocere per circa 45 minuti. In uno dei miei inseparabili Wok soffriggo due spicchi di aglio e verso il polipo pulito dalla pelle e tagliato a pezzettini, rosolo, sfumando con del vino bianco,  per una decina di minuti e aggiungo i pomodorini con un poco di sale. Dopo una ventina di minuti il tutto è pronto.Attenzione, il segreto di questa ricetta sta nell’aggiungere durante la cottura del ragù dell’acqua di cottura del polpo. Cuocio gli spaghetti e manteco servendo con una grattugiata di pepe.spaghettiedintorni.com

Zuppa di Cannellini con cuori di Lattuga e crema di Mozzarella di Bufala

Zuppa di cannellini con cuori di lattuga e crema di mozzarella di bufalaSplendida per la sua semplicità

Ieri sera dopo aver preparato una pasta al forno ai miei due figli, ho voluto farmi una zuppa di Cannellini e arricchirla con qualche ingrediente che avevo in frigorifero. Per due persone. Ho preparato un leggero soffritto di cipolla di Tropea con carote dell’orto e del sedano, una volta brasati, aggiungo un paio di cuori di lattuga tagliati sottilmente e un pomodoro fresco a tocchetti. Lascio insaporire e verso 400 gr di fagioli Cannellini con circa 400 ml di acqua, sale e un poco di peperoncino. Cuocio il tutto per una ventina di minuti,  attenzione, deve essere cremosa, non brodosa. A parte prendo 100gr di mozzarella di bufala  e la frullo con la sua acqua di governo con un minipimer. Servo la zuppa in un piatto e verso la crema di mozzarella con dei semi di papavero e alcune foglioline di lattuga fresche e un filo di olio extravergine. Dimenticavo, è ottima anche tiepida.

spaghettiedintorni

Bucatini al sugo di Nero di Seppie

Bucatini al sugo di nero di SeppiaRicetta di mia Madre!!!!!!!!!!

Questa è una delle ricette più gradite ai miei figli, mi ricordo ancora la prima volta che mia madre la cucinò, avevo circa otto anni e rimasi impressionato dal colore. Quei bucatini così neri mi angosciavano ma una volta assaggiati, rimasi estasiato. Per quattro persone….. In un tegame soffriggo una grossa cipolla di Tropea, aggiungo un chilo di seppie tagliate a listarelle e lascio cuocere per una decina di minuti, sfumando con un poco di vino bianco. Verso le sacche di nero e aggiungo circa 250 gr di doppio concentrato di pomodoro e poco più di mezzo litro di acqua con poco sale. Lascio cuocere a fuoco basso  con del pepe nero o peperoncino, fino a cottura completa ( le seppie devono essere morbide, si devono tagliare con la forchetta). Lesso i Bucatini tagliati in tre parti e manteco il tutto. Personalmente uso spolverare il piatto con del buon pecorino stagionato siciliano (non gridate all’eresia per l’abbinamento pesce formaggio), credetemi, è fantastico…………..Bucatini al sugo di nero di Seppia.

Melanzane alla Parmigiana di nonna Teresa

Parmigiana di melanzane di nonna teresaL’adoro!!!!!!!!!!!!!!!

Quando ero piccolo, passavo le mie estati dai nonni in Sicilia, a San Cataldo, mia nonna Teresa, come ogni nonna sapeva cucinare in maniera meravigliosa. Tra le preparazioni più ghiotte c’era la Parmigiana di Melanzane. Unica, profumata e gustosa, l’ho sempre adorata, così come i miei figli. Friggo in chilo di melanzane viola tagliate a fette, precedentemente messe in acqua per una trentina di minuti per spurgare l’amarognolo. Preparo una passata di pomodoro con un soffritto di cipolla di Tropea e basilico. In una teglia dispongo a strati, la salsa, le fette di melanzane, parmigiano grattugiato , fette di mozzarella fior di latte e prosciutto cotto. Cuocio delle uova sode e le dispongo tagliate a metà sulla superficie della teglia. Inforno a 180° per una ventina di minuti e il tutto è pronto. P.S. Molti utilizzano infarinare le melanzane prima di friggerle, personalmente le preferisco così, come mia nonna Teresa le faceva.

spaghettiedintorni.com

Bocconcini di Petto di Pollo con Patate

spafhettiedintorni.comSolita ricetta semplice………….

Prendo un paio di petti di pollo e li taglio a pezzetti e li verso nel mio solito tegame in ghisa con olio extravergine e due spicchi di aglio in camicia. Verso del vino bianco e lascio sfumare, aggiungo delle patate a tocchetti, sale, pepe, salvia e rosmarino. Cuocio  a pentola coperta a fuoco medio basso e una volta cotto il pollo e le patate, scoperchio e lascio dorare. Tutto qui.

IMG_1093

Spaghetti di Kamut con Ceci e Zucchina Tonda

Spaghetti di Kamut con Ceci e Zucchine TondeBuonissima ………….

Ieri sera apro il frigorifero e vedo una bellissima zucchina tonda che mi sussurra dolcemente “MANGIAMI”, non so resistere a questi richiami ed allora………… Dosi per quattro umani: una zucchina tonda da 200 gr circa, un pomodoro fresco che si sentiva particolarmente solo, un barattolo di ceci da agricoltura biologica e cipolla, sedano e carota per il soffritto. Olio extravergine di ottima qualità ( azienda agricola F.lli Germinelli di Vieste ),  pepe nero. Preparo il soffritto e rosolo la zucchina tonda, tagliata a pezzetti,  per alcuni minuti, verso il triste pomodoro e infine i ceci. Aggiungo un barattolo e mezzo di acqua e lascio cuocere a fiamma bassa fino a cottura (deve diventare cremoso, non troppo liquido). In una pentola, cuocio gli spaghetti di Kamut spezzati in tre parti  e infine manteco il tutto. Pepe nero e pecorino grattugiato per chi piace!!!!!!!!

Spaghetti di Kamut con ceci e zucchina tonda

Orecchiette fresche con filetti di Cernia, pomodorini e cime di Broccoletti

spaghettiedintorni.comCaldoooo, fa caldooooooo

Ore 19.30 ci sono 33° non ho fame, ma le Locuste chiedono cibo. Soffriggo due spicchi di aglio, ottimo olio extravergine pugliese, un filetto di acciuga siciliana e pomodorini, dopo alcuni minuti aggiungo i filetti di Cernia e porto a cottura. Pentola di acqua bollente, verso le cime di broccoletti e aggiungo le orecchiette fresche. Cuocio e manteco il tutto con prezzemolo, olio, peperoncino e lascio raffreddare. Adesso li chiamo, LA CENA E’ PRONTAAAAAAAAAAAAAAAAspaghettiedintorni.com

Il mio Gulasch

spaghettiedintorniAnticamente era il pasto dei mandriani Ungheresi…………..

Ingredienti per quattro persone: 800 gr di manzo (Scamone o Pesce), 500 gr di cipolla rossa, 40 gr di concentrato di Pomodoro,  10 gr di Paprica dolce , 70 gr di burro, Timo, Alloro, Rosmarino,Pepe nero e sale . Affetto la cipolla e la rosolo con il burro in un tegame di ghisa, verso i bocconcini di carne tagliati a pezzettini  e lascio insaporire il tutto, aggiungo il concentrato di Pomodoro, una tazza di acqua  e gli aromi e lascio cuocere per circa due ore a fuoco bassissimo. Cuocio a vapore delle Patate , e le servo con la carne………. spaghettiedintorni.comDel buon Nero D’Avola delizierà il tutto……………..

Pappardelle di Gragnano con Zucchine Fritte dell’orto di Dimitri

spaghettiedintorni.comSemplice ricetta estiva…….

Ieri, uno dei miei titolari, mi ha regalato delle zucchine del suo orto, di cui va particolarmente orgoglioso, a buon ragione, e le ho semplicemente fritte con dell’ottimo olio pugliese con cui ho condito delle meravigliose Pappardelle di Gragnano.    Aggiungo del pecorino romano DOP grattugiato allegramente in compagnia con dei grani di pepe nero e manteco il tutto con pochissima acqua di cottura e una fogliolina di menta tagliata finemente. spaghettiedintorni.com

 

 

 

 

 

 

Semplicemente Fantastica………………………………………………..

Polpettone al sugo di Pomodoro e Polenta

spaghettiedintorni.comRicette di una volta…..

Da alcune settimane pensavo di prepararlo, e ieri mi sono deciso. Misto di tritato di manzo e maiale e lo lavoro con un poco di latte, prezzemolo, abbondanti cucchiaiate di grana e pecorino, uno spicchio di aglio, due uova, sale e pepe nero. Il composto poi lo lascio riposare per circa un’ora in frigorifero. Prendo un tegame capiente e con dell’olio extravergine imbiondisco una cipolla di Tropea tagliata sottilmente, aggiungo 800 gr di pelati precedentemente frullati e porto a bollore. Prendo un foglio di carta da forno e adagerò il trito di carne per essere steso a mo’ di “pizza”, dove disporrò delle fettine di scamorza, delle fette di Mortadella e tre uova sode. Richiudo il tutto formando un grosso cilindro, che adagerò con molta attenzione nel sugo di pomodoro. Cuocio lentamente per circa un’ora e mezza e alla fine delle foglie di basilico aromatizzeranno il tutto.

spaghettiedintorni.com Preparo una semplice polentina di mais e la servo con la carne tagliata a fette.

A proposito, questa sera Spaghetti con il sugo del Polpettone…………

spaghettiedintorni.com

Orecchiette con Sogliola, Zucchine, Pomodorini San Marzano e Origano Siciliano

spaghettiedintorni.comPreparazione semplice come sempre……….

Per 4 persone: 400gr di Sogliola, due Zucchine, due spicchi di aglio, una decina di pomodorini San Marzano olio extravergine, peperoncino, 500 gr di orecchiette fresche e dell’ottimo origano secco Siciliano.

E ora, a VOI, la “PREPARAZIONE” !!!!!!!!!!!……………………………………………………………………….spaghettiedintorni.com

Merluzzo e Cozze

spaghettiedintorni.comA volte il surgelato è veramente comodo……………….

Ieri sera ero in crisi, non sapevo cosa preparare ai miei figli e ho dato una guardata dentro il congelatore. Fatto!!!!!!!! Dosi per due grandi Locuste: 400 gr di  filetti merluzzo (ovviamente surgelato), 400 gr di pelati di pomodoro, una confezione di Cozze sgusciate (ovviamente surgelate) da 500 gr, aglio, olio extravergine pugliese, prezzemolo e peperoncino. Dimenticavo mezzo chilo di pane Pugliese “bruschettato”. Prendo uno dei miei inseparabili Wok e soffriggo leggermente due spicchi di aglio, verso i pelati, le cozze precedentemente scongelate e i filetti di merluzzo, poco sale e del peperoncino. Dopo venti minuti di cottura aggiungo il prezzemolo e il tutto è pronto. Taglio a fette il pane e lo lascio dorare in forno e alla fine strofino l’aglio su di esse, e le servo. Le Locuste hanno ovviamente gradito.

spaghettiedintorni.com

Pennette rigate al Gorgonzola D.O.P e granella di Mandorle tostate

spaghettiedintorni.comRicetta velocissima!!!!!!!!!!

Per 4 persone: 400 gr di pennette rigate, 400 gr di Gorgonzola D.O.P. 50 gr di granella di mandorle di Sicilia e mezzo bicchiere di latte intero.

In un capiente Wok sciolgo il Gorgonzola tagliato a pezzetti con il latte a fiamma molto bassa. In una padella verso un goccio di olio extravergine e la granella di mandorle e lascio tostare delicatamente. Cuocio le pennette e le manteco nel Wok  con mezza tazza di acqua di cottura e verso le mandorle tostate e, a chi piace, del pepe nero. Come sempre ,”tutto qui”spaghettiedintorni.com

Frittata di Piselli

spaghettiedintorni.comPiaciuta ai miei figli…..!!!!!!!!!!

Questa frittata la preparava mia madre. Quando tornavo la sera tardi da ragazzo, nelle bellissime notti estive catanesi, a volte trovavo questa deliziosa preparazione. Lo scorso sabato ho voluta riproporla ai miei figli.

IMG_1007

Per tre persone. Affetto sottilmente due scalogni e li lascio brasare con dell’olio extravergine e un goccio di acqua in una padella antiaderente. Dopo un decina di minuti  verso una tazza di piselli surgelati e aggiungo ancora un poco di acqua e lascio cuocere per altri dieci minuti, preparo 4 uova sbattute con parmigiano, sale , pepe e verso il tutto. “Frittata fatta” !!!!!!!!! La servo con della insalatina, pomodorini, bocconcini di mozzarella di bufala e scaglie di grana…………

spaghettiedintorni.com

 

Tagliolini all’uovo con olive

spaghettiedintorni.comPreparazione veloce, semplice e ghiotta!!!!!!!!!!

Ieri sera ho preparato delle piadine ai miei figli con prosciutto cotto, Squacquerone e pomodoro fresco, ma personalmente avevo desiderio di pasta. Allora, non avendo voglia di cucinare troppo, ho preparato questa ricetta assai semplice.

In una padella rosolo uno spicchio di aglio in compagnia con dell’olio extravergine, prendo del pomodoro fresco rimasto dalla preparazione delle piadine e lo verso, tagliato a tocchetti, nel tegame insieme a rondelle di olive Verdi e Nere. Cuocio i tagliolini e li manteco con il sugo preparato, aggiungo prezzemolo, del pepe nero e per chi piace, pecorino romano.spaghettiedintorni.com

Baccalà semplicemente………………

spaghettiedintorni.comAnticamente era un piatto povero ma ora????????

L’altro giorno girovagavo presso il mio negozio preferito di “succulenze” la Dispensa di Davide e Peter e mi sono incontrato allegramente con dei filetti di Baccalà già “spugnato ” del Portogallo. Fantastico. Prendo una padella antiaderente e verso un’idea di olio extravergine, adagio con molto amore il mio filetto e lo lascio cuocere con mezzo bicchiere di latte per circa una ventina di minuti. Prezzemolo e pepe nero alla fine mi renderanno semplicemente FELICE……………………………………………….spaghettiedintorni.comspaghettiedintorni.com

Filetti di Cernia con Crema di Peperoni Arrostiti

spaghettiedintorni.comRicetta di oggi……………….

Prendo i filetti di Cernia e li lascio per circa trenta minuti in compagnia con un uovo sbattuto, poco sale e dell’erba cipollina. Li infarino allegramente con della farina di semola e li friggo con dell’olio extravergine. Con un minipimer frullo dei peperoni arrostiti su piastra conditi con olio, aglio e servo il tutto. spaghettiedintorni.comFantastici, gustati in veranda con una dolcissima brezza lacustre………….. e del Muller Thurgau……………………

Spaghetti del Pastificio Martelli alla Puttanesca

spaghettiedintorni.comSemplice, veloce, ghiotta!!!!!!!!

Soffritto di aglio rosso in ottimo olio extravergine, si versa un barattolo di pomodoro S.Marzano dell’Agro Sarnese Nocerino Dop, olive nere denocciolate e frutti di Capperi sotto sale Campisi ( ovviamente precedentemente sciacquati in acqua corrente) e si lascia cuocere il tutto per circa cinque minuti. Si versano gli spaghetti, una grattugiata  di pepe e il piatto è pronto per essere allegramente gustato.

spaghettiedintorni.com Come sempre tutto qui 

Sugo alla Genovese con Fusilli

spaghettiedintorni.comPer chi ama la Cipolla!!!!!!!!!!!!

Mia madre, quando ero piccolo per farmi mangiare la carne, spesso mi preparava questa ricetta e con il sugo mi condiva anche la pasta. Solo dopo parecchi anni ho scoperto la ricetta, si trattava della famosissima carne alla genovese, ricetta napoletana, citata anche dal grande Eduardo De Filippo. E’ semplicissima, per ragioni di tempo la preparo con la pentola a pressione ma per i “puristi” la si fa su un tegame e la si cuoce a fuoco bassissimo per 3/4 ore lasciandola “Pipiare”come diceva il grande De Filippo..Si prende un chilo di carne di vitello o vitellone,per i tagli a Voi la scelta e si affetta un chilo di cipolle , la proporzione è un chilo di carne per un chilo di cipolle ( io ho usato della cipolla di Tropea IGP) , verso il tutto in pentola a pressione, aggiungo un bicchiere di acqua e uno di vino bianco se la carne e di vitello o rosso se è di vitellone, una costa di sedano e a chi piace anche una carota, sale,  pepe nero e olio extravergine, lascio cuocere per un’ora circa..Tutto qui, con la crema di Cipolle si condisce la pasta con una generosa grattugiata di pecorino siciliano al pepe nero e un filo di olio. Fantastica!!!!!!!!!spaghettiedintorni.com

Pappardelle di semola fatte in casa

spaghettiedintorni.comFinalmente ho provato a fare la pasta in casa……….

Era un po’ di tempo che volevo fare la pasta in casa e ieri sera, con la supervisione di mio figlio Cesare ci sono riuscito. Grande soddisfazione, credetemi. Per pigrizia ho usato la macchina del pane per l’impasto: 400 gr di semola, 200 ml di acqua, sale. Tutto qui. Ho lasciato riposare per un’ora circa il panetto di pasta avvolto nella pellicola per alimenti e con il matterello ho steso la pasta in una sottile sfoglia. Ripiegandola più volte su se stessa e spolverizzando con della semola, con un coltello affilato ho creato le mie Pappardelle. spaghettiedintorni.comInfine, ho preparato un sugo con aglio,olio extravergine, poco pomodoro, uvetta passa, pinoli e cime di cavolfiore viola. Pecorino romano per finire…….

spaghettiedintorni.com

Gamberoni con Lardo su Crema di Cannellini

spaghettiedintorni.comOttimo e veloce antipasto.

Domenica sera, ho preparato questa ricetta alla mia famiglia, non l’avevo mai proposta ed ha avuto un ottimo successo. Ho acquistato otto gamberoni argentini e dopo averli puliti dal loro carapace li ho arrotolati con mezza fettina di lardo e legati con un filo di erba cipollina.

spaghettiedintorni.com

Ho preso una padella antiaderente e ho macinato sul fondo, un mix di pepe e a fuoco medio basso ho cotto per alcuni minuti i gamberoni, senza l’ausilio di olio o burro. In un pentolino ho fatto appassire uno scalogno con dell’olio extravergine e versato un barattolo di fagioli cannellini. Frullo il tutto dopo una decina di minuti di cottura con il minipimer e verso a specchio su di un piatto la crema ancora calda, adagiandovi sopra il gamberone. Guarnisco il tutto con semi di papavero, un poco di olio extravergine e per chi piace alcune gocce di Tabasco.

spaghettiedintorni.com

La mia Caponata di Melanzane

spaghettiedintorni.comAdoro questa ricetta semplicissima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

In tutti i paesi del mediterraneo questa ricetta è conosciuta con tante varianti e tanti nomi, ma rimane espressione di una cultura comune, composta da ingredienti poveri. La mia Caponata è così: due melanzane nere, un peperone giallo e uno rosso, due cipolle, due patate, 400 gr di pomodorini, sale, pepe nero, foglie di basilico e dell’ottimo olio extravergine. Taglio le melanzane, le patate e i peperoni a tocchetti, affetto le cipolle e le verso con gli ingredienti rimanenti  in un capiente tegame, olio, pepe e sale, chiudo con un coperchio e lascio cuocere per circa un’ora a fuoco basso. Ogni tanto andrà mescolata con molta cura, una volta cotta, porre un paio di foglie di basilico e una generosa versata di olio.
spaghettiedintorni.comE’ un ottimo contorno a formaggi e carni alla piastra, ma abbinata con delle fette calde di pane di semola con semi di sesamo rimane insuperabile…………………spaghettiedintorni.com

Tortino di Semolino con Scamorza e Prosciutto di Praga

spaghettiedintorni,comSemplice stuzzichino

Quando i miei figli erano piccoli, spesso preparavo questa ricetta,  ora sono grandi e ho voluto l’altra sera riproporla. Preparo il semolino come per gli Gnocchi alla Romana (vedi ricetta nel blog), verso metà del composto in una teglia imburrata e stendo del prosciutto di Praga e della scamorza a pezzetti. Ricopro il tutto con l’altra metà di semolino, aggiungo sulla superficie alcune noci di burro e del parmigiano. Inforno per una quindicina di minuti a 180° e il tutto è pronto!

spaghettiedintorni.com

Crepes Dolci con Marmellata di Fragole e zucchero a velo

spaghettiedintorni.comPrima ricetta dolce !!!!!!!!!!!!!

L’altra sera mio figlio Cesare aveva voglia di qualcosa di dolce (sembra una delle pubblicità della Ferrero) e mi erano rimasti un paio di dischi di crepes fatte il giorno prima. Allora le ho farcite con della marmellata di fragole e una noce di burro, infornate per una decina di minuti e versato dello zucchero a velo. Deliziose!spaghettiedintorni.com

Per la preparazione delle Crepes, basta ricercare sul blog le varie ricette contenute……………..

La mia Focaccia di Recco

Focaccia di ReccoPrimo tentativo………

Adoro la Focaccia di Recco, la mangiai anni fa e fu una esperienza catartica…..Ho provato ed il risultato e stato tutto sommato buono. Mi sono dato un voto, 5 su 10. non male per la prima volta. Ho impastato nella macchina del pane 410 gr di farina Manitoba con 200 ml di acqua, senza sale, prendo il panetto e lascio riposare per circa un’ora avvolta con nella pellicola per alimenti. Divido in due  parti e con il matterello stendo la prima base e finisco di lavorarla con le mani allargando la pasta particolarmente elastica per “caduta”……..
spaghettiedintorni.comFormando così una sfoglia trasparente che porrò su una teglia precedentemente oliata, un poco di sale e pezzetti di Crescenza gradi come delle noci. Rifaccio la stessa operazione con la metà dell’impasto e lo stendo sopra per richiudere il tutto. Applicherò dei piccoli tagli nella sfoglia superiore per far passare l’aria( Camini),  una spennellata di olio extravergine e inforno a 250° per 8/ 10 minuti.
spaghettiedintorni.com
dspaghettiedintorni.comspaghettiedintorni.comOttima……………..

Crepes al Prosciutto cotto, Gorgonzola Dolce DOP, Besciamella con funghi Porcini e granella di Noci

spaghettiedintorni.comFantastico abbinamento di gusti………..

Ieri mattina non sapevo cosa cucinare per pranzo e a quel punto ho avuto una visione…….

Preparo una lista di ingredienti da prendere al supermercato ai miei figli e mi metto all’opera. Per i funghi: in una padella verso un poco di olio extravergine con uno spicchio di aglio rosso, lascio imbiondire e aggiungo 100 gr di porcini tagliati a pezzettini, una punta di sale e del prezzemolo. Dieci minuti di cottura e il tutto è pronto. Per la besciamella: 40 gr di farina O, 50 gr di burro e 500 ml di latte, sale e un paio di cucchiai di grana. Per le Crepes, 200g di farina 00, 2 uova intere, 40 gr di burro, un pizzico di sale e 1/2 litro di latte , tutto questo per 8 dischi dal diametro di 20 cm.  Gran finale: incorporo i porcini nella besciamella, farcisco le Crepes con una fetta di prosciutto cotto, un cucchiaio di Gorgonzola ed uno di besciamella. In una teglia sistemo i fagottini con la rimanente crema e lascio cuocere in forno per circa 30 minuti. Guarnisco alla fine con della granella di Noci.

spaghettiedintorni.com“Mitica”, a detta dei miei figli, peccato che mia moglie Elsa non è riuscita nemmeno ad assaggiarla. ( era al lavoro)……………………….

Insalata di Pasta

spaghettiedintorni.comArriva il caldo?????????

Nei mesi estivi spesso preparo delle insalate di pasta con quello che trovo in dispensa. Ieri sera ho sperimentato con questi ingredienti. Dosi per 4 e più persone.

400 gr di pasta corta, io ho usato delle Conchiglie, 250 gr di tonno in scatola, due medie zucchine fritte, un paio di pomodorini secchi sott’olio tagliati a pezzetti, una tazza di piselli, carotine cotte al vapore, 6 bocconcini di mozzarella fior di latte, carciofi saltati in padella con olio e prezzemolo e scaglie di grana. Cuocio la pasta,la stempero sotto un getto di acqua fredda e la verso in una grande insalatiera mescolando il tutto con dell’ottimo olio extra vergine e servo…

spaghettiedintorni.comTutto qui…………..Splendida.

Crema di Asparagi

spaghettiedintorni.comNon c’è alcun rapporto fra gli asparagi e l’immortalità dell’anima.    Achille Campanilespaghettiedintorni.com

Adoro Achille Campanile, vi consiglio di leggerlo, la sua ironia mi ha accompagnato per tutta la mia adolescenza. Ma ora veniamo alla ricetta, preparo un brodo con un petto di pollo, una patata grossa, sedano, cipolla e carote. Cuocio un mazzo di asparagi a vapore, e li frullo insieme al petto di pollo, la patata e il brodo. Guarnisco con dell’olio extravergine, alcune punte di asparago, pezzettini di pollo una carota, un pizzico di pepe e una spolverata di parmigiano grattugiato.

Ottima!!!!!!!!!!!
spaghettiedintorni.com

Pane fritto con l’uovo

spaghettiedintorni.comLe merende di una volta.

Quando ero bambino, passavo l’estate in Sicilia dai nonni e per merenda a volte mi davano delle fette di pane di semola fritto con l’uovo cosparso di zucchero. Era una goduria, caldo e meravigliosamente dolce. Crescendo ho voluto mantenere la tradizione con i miei figli e presentandola in due versioni: una salata e una dolce. Affetto sette fette di pane di semola di grano duro come da foto,, ma va bene qualsiasi altra tipologia, a parte preparo uno sbattuto di due uova con grana prezzemolo e sale per la versione salata o per la versione dolce solo uova. In una padella verso dell’olio extravergine e dopo aver passato le fette di pane nell’uovo le friggo per un paio di minuti. Cospargo dello zucchero  sopra le fette (versione dolce) o le servo con un prosciutto cotto o altri salumi nella versione salata o con una semplice insalatina di stagione… Il risultato sarà entusiasmante…………..IMG_0914

Polpettine di Carne in Brodo

spaghettiedintorni.comDella serie “ricette dimenticate”

Quando i miei figli erano piccoli, per far si che mangiassero la carne con le verdure, preparavo delle polpettine in brodo. Era una ricetta di mia nonna, e ricordo ancora la loro bontà…….. Prendo circa mezzo kilo di macinato di vitellone appena tritato e aggiungo un 200 gr di polpa di maiale (Salsiccia o Luganiga) e la lavoro con le mani insieme a del prezzemolo, formaggio grana, un uovo, un poco di latte, sale e pepe. Lascio riposare il tutto in frigorifero per circa un’ ora, favorendo così l’unione tra gli aromi degli ingredienti. In una pentola a Pressione verso due litri di acqua con quattro carote, una bella cipolla bianca ( a voi la scelta sulla tipologia), sedano, un paio di grosse patate, sale grosso e porto a bollore. Prendo dal frigo il mio composto e formo delle palline grandi poco più di una nocciola e li verso nella pentola, chiudo e lascio cuocere per circa 45 minuti. Infine avrò ottenuto uno splendido brodo di carne e delle polpettine morbide e gustose. Si potrà così servire anche con dei tagliolini all’uovo spezzettati insieme alla carne e alle verdure.

Filetti di Merluzzo alla Pizzaiola

 

spaghettiedintorni.comUn modo diverso per cucinare un filetto di merluzzo!!!!!!!!!!!!!

Dopo le fettine di carne alla pizzaiola, ho voluto postare i filetti di Merluzzo. In una padella verso dell’olio extra vergine e un paio di spicchi di aglio, pomodorini freschi e delle patate tagliate a rondelle, sale, pepe, origano e lascio cuocere con un coperchio fino a che le patate non siano quasi cotte, aggiungo i filetti di merluzzo e completo la cottura. Un filo di olio e un paio di ciuffi di Valeriana renderanno il piatto semplicemente gustoso.

spaghettiedintorni.com

Tutto qui…………………..

Eliche con Asparagi, code di gamberi e Pomodorini Confit

spaghettiedintorni.comRicetta per la mia collega Loredana.

Prendo il mio fidato Wok e verso dell’olio extravergine pugliese, con due spicchi di aglio e un poco di peperoncino e le cime di un mazzo di Asparagi. Lascio insaporire allegramente e aggiungo le code di gambero pulite, una spruzzata di vino bianco e cuocio per pochi minuti. Preparo i Pomodorini Confit: prendo una teglia e la rivesto con della “carta forno”, taglio a metà mezzo chilo di pomodorini e cospargo su di essi un’idea di sale, zucchero, origano e delle gocce di olio.Metto nel forno ventilato per 45 minuti a 130/140 gradi e la caramellatura è assicurata. Porto a bollore l’acqua  verso i gambi degli asparagi tagliati a rondelle e le eliche. Manteco il tutto aggiungendo solo alla fine i deliziosi pomodorini Confit….

spaghettiedintorni.com

 

Torta salata con Provola Pomodoro e Prosciutto

spaghettiedintorniLa torta salata dalle tre P………

Semplice stuzzichino per una merenda simpatica. Si prende un rotolo di Pasta sfoglia, si copre la base con un paio di etti di prosciutto cotto, pomodoro a pezzetti, origano e si ricopre con della semplice provola. In forno per venti minuti a 180° e la “merenda è pronta. Tutto qui…………………

Ditali Rigati con pomodorini San Marzano, Merluzzo e Pesto di Rucola

spaghettiedintorni.comPer gli amanti della Rucola……

Questa ricetta molto semplice è il risultato di un ricordo. Nel 1980 andai con alcuni amici a vendemmiare a Marsala, a Strasatti per l’esattezza, il Fattore ogni sera, seduti alla sua tavola, ci serviva ad ognuno di noi una insalatiera piena di Ditali con Pesce o con Carne.  Infine scendeva in cantina e ci rincuorava con del vino bianco bello fresco di sua produzione. Era  il classico piatto unico, meraviglioso!!!!!!!!!!

Dosi per quattro persone. Prendo il mio solito Wok e lascio imbiondire due spicchi di aglio con olio extra vergine, verso due zucchine tagliate a dadini e 500 gr di pomodorini San Marzano freschi, sale, un poco di pepe e sette filetti di merluzzo. Dopo una ventina di minuti il sugo sarà pronto. Per il Pesto: 100 gr di Rucola, 60/70 gr di pecorino e grana (a voi la scelta del mix) un quarto di spicchio di aglio e olio extravergine quanto basta con alcuni gherli di noci (che avevo in dispensa), ma possono andare benissimo anche dei pinoli o mandorle. Frullo il tutto con il minipimer e lascio riposare per dieci minuti. Cuocio i Ditali rigati, li manteco con il sugo, avendo l’accortezza di togliere prima quattro filetti di pesce che mi serviranno per la guarnizione e aggiungo il pesto di rucola come da foto.spaghettiedintorni.com

Ottimo, semplice e sano……………………………..

Pasta e Ceci con Bocconcini di Salsiccia

spaghettiedintorniSapori genuini……

Adoro la pasta e ceci ed ora andiamo alla ricetta per quattro persone. Soffriggo in pentola a pressione un battuto di carote, cipolla e sedano, aggiungo una volta dorato il tutto, due zucchine e due patate medie tagliate a dadini e della salsiccia a pezzetti, lascio insaporire ed aggiungo 200 gr di ceci secchi dell’Altopiano di  Colfiorito precedentemente fatti ammollare in acqua e bicarbonato per una notte intera. Verso un litro di acqua fredda,un po di sale e lascio cuocere per un’ ora circa. In una pentola di acqua bollente e ovviamente salata, verso 350 gr di ditali rigati e una volta cotti li condisco con la zuppa di ceci, del pepe nero, olio pugliese e prezzemolo.

Riempie l’anima……………….
spaghettiedintorni

Spaghetti Primavera

spaghettiedintorniE’ arrivata la primavera!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ieri sera eravamo solo io e mia moglie Elsa a cena, i figli essendo sabato, erano fuori ed allora le ho proposto questo semplice piatto di spaghetti. Per due persone: due piccoli scalogni affettati sottilmente che ho fatto soffriggere a fuoco dolce con dell’ottimo olio extravergine pugliese, due piccole zucchine tagliate a dadini insieme ed un pomodoro fresco aggiunti solo dopo la brasatura dello scalogno e una tazza di piselli surgelati. Sale, pepe e cuocio fino a cottura con mezzo bicchiere di acqua a pentola coperta. Infine manteco gli spaghetti con le verdure e del parmigiano reggiano stagionato venti mesi, metto in forno i piatti con due bocconcini di mozzarella di bufala per alcuni minuti e guarnisco il tutto con del trevigiano tagliato a julienne. spaghettiedintorni,com

Magnifico……………………

Tagliolini con Fave fresche e Prosciutto d’Oca

spaghettiedintorni.comI sapori della tradizione.

Quando ero piccolo, mia madre a volte mi preparava le fave fresche, a me non piacevano e una volta adolescente le dissi di non cucinarle più. A distanza di quarant’anni, ieri sera le ho provate con questi ingredienti. Affetto uno scalogno e lo lascio dorare insieme a dell’ottimo prosciutto d’oca e dell’olio extravergine, verso un pomodoro fresco tagliato a cubetti e aggiungo le fave. Lascio insaporire il tutto e lascio cuocere  per una quarantina di minuti con circa un litro di brodo vegetale. Spezzetto i tagliolini e li porto a cottura insieme alle fave.

spaghettiedintorni.comPecorino romano dop grattugiato, pepe nero e un poco di olio d’oliva, completeranno il piatto.

Ottimo !!!!!!!!!!!!!!!

Fettine di Vitellone alla Pizzaiola

spaghettiedintorniUn modo diverso per cucinare la solita fettina di carne.

Dosi per quattro persone: quattro fette di vitellone, una cipolla media, una scatola di ottimo pelato di pomodoro, tre o quattro patate, origano, sale , pepe e olio extravergine. Prendo una padella e verso un poco di olio e a strati metterò la cipolla tagliata sottile, le fettine di carne, il pomodoro, le patate tagliate a rondelle,  origano, sale e pepe e ancora dell’olio extravergine.


Copro la padella e lascio cuocere il tutto a fuoco lento. Quando le patate saranno morbide, il piatto sarà pronto. Il risultato è ottimo, con del buon pane e un buon bicchiere di “rosso” la soddisfazione è assicurata…………………..Dimenticavo, con il sugo si possono condire degli splendidi spaghetti.

spaghettiedintorni 

Timballo di Melanzane e Anelli Siciliani con Ragù

spaghettiedintorniIn memoria di mio Padre…………

A mio padre piacevano moltissimo le melanzane fritte, l’altro giorno ha ricevuto una telefonata da Dio e inevitabilmente si è dovuto presentare. Friggo due belle melanzane e le stendo su una teglia pronta ad accogliere gli anelli siciliani con ragù di carne e piselli, del parmigiano e pezzetti di provola.spaghettiedintorni

Inforno a 180° per venti minuti e la delizia è pronta………….spaghettiedintorni

Spaghetti alla Carbonara con Prosciutto d’Oca, Piselli e Pecorino stagionato al Pepe

spaghettiedintorni.comUn grazie a Davide e Peter del negozio “LA DISPENSA” per la bontà dei loro prodotti……………..

Proprio questa mattina sono andato a fare il mio rifornimento di spaghetti Martelli alla “Dispensa “, negozio impareggiabile di prodotti d’eccellenza di Davide e Peter e mi sono imbattuto in un prosciutto d’Oca meraviglioso. Primo pensiero,crostini di pane dorato al forno e prosciutto d’Oca. Da Panico……….spaghettiedintorni

Poi ho pensato, mi faccio una Carbonara…..

Per una persona: un uovo, un cucchiaio di Parmigiano, un cucchiaio di pecorino stagionato  siciliano al pepe, spaghettirdintorni

ovviamente del prosciutto d’oca tagliato a listarelle, dei pisellini,e 80 gr di Spaghetti del Pastificio Martelli.

In un tegamino cuocio per una decina di minuti i piselli in acqua con poco sale e una volta cotti li metto da parte.

Rosolo con una idea di olio extravergine le listarelle di prosciutto d’oca e verso gli spaghetti con i piselli e un paio di cucchiai di acqua di cottura. Aggiungo l’uovo, il pecorino e manteco il tutto. Il risultato è stato magnifico……..

Fusilli “risottati” con Salsiccia e Patate


Eliche "risottate" con Salsiccia e Patate
Gustosa ricetta di facile preparazione

L’altra sera non avevo particolare voglia di cucinare e ho proposto ai miei due figli un semplice piatto di pasta. Ho preso il mio famoso tegame in ghisa e ho soffritto mezza cipolla con dell’ottimo olio extravergine. Ho preso tre piccole patate  e le ho fatte pelare e tagliare a pezzetti da mio figlio Cesare. Intanto, ho sminuzzato una piccola salsiccia e lo rosolata con la cipolla e  mezzo bicchiere di vino bianco. Dopo aver versato  le patate, ho lasciato  insaporire il tutto aggiungendo un poco di doppio concentrato di pomodoro.

spaghettiedintorni.com

A quel punto, ho pensato, cuocio la pasta direttamente nel tegame. Così facendo ho versato circa un litro di acqua, salato e portato a ebollizione. Ho “calato”  300 gr di fusilli e lo fatta cuocere  mescolando ripetutamente.

spaghettiedintorni.comPrezzemolo,pepe nero, olio, e Parmigiano hanno completato il semplice piatto di pasta……………………………………..

 

Spaghetti con verdure saltate e Burrata di Bufala su foglie di Trevigiano

Spaghettiedintorni.comMeravigliosa………

Premetto che ho trovato ispirazione da uno dei siti a me più cari, “rocco e i suoi fornelli”. Ho rivisitato a modo mio la ricetta e ora eccola qui. Dosi per una persona: 70 gr di spaghetti del pastificio Martelli, uno scalogno, una piccola zucchina, una decina di pomodorini di Pachino, una tazzina di pisellini, olio extravergine pugliese del mio amico Domenico,  della meravigliosa burrata di bufala, quattro foglie di trevigiano, sale, pepe e parmigiano grattugiato. A prima vista, sembrerebbe complicata, ma vi assicuro è semplicissima. In un tegame verso uno scalogno affettato sottilmente e lascio brasare con un poco  d’olio e poi un goccio  di acqua, aggiungo le zucchine tagliate a dadini e i pomodorini con i piselli e lascio cuocere fino a cottura. A parte, per una decina di minuti farò cuocere a vapore le quattro foglie di Trevigiano, affinché la parte bianca sia cotta perfettamente. Scolo gli spaghetti e manteco il tutto con mezzo mestolo di acqua di cottura e aggiungo del parmigiano.spaghettiedintorni.com

Stendo sul piatto due foglie di trevigiano e verso gli spaghetti aggiungendo dei pezzetti di stracciatella di burrata di bufala. spaghettiedintorni.com

spaghettiedintorni.comCopro con l’altra foglia di trevigiano, un poco di olio e parmigiano e lascio gratinare in forno per cinque minuti a 200°

Ho trovato splendido e delizioso il contrasto tra il dolce del “ragù” di verdure e l’amarognolo del Trevigiano. Da Provare……………..spaghettiedintorni.com

Bocconcini di Petto di Pollo con Patate e Crostini di Pane



Bocconcino di petto di Pollo con Patate e Crostini di PaneSimpatica e semplice……………..

Per quattro persone: due petti di pollo, 300 /400 gr. circa di patate, carote, porro, scalogno, sedano, cipolla, sale e pepe. Nel solito tegame in ghisa verso dell’olio extravergine pugliese, preparo un battuto di porro, carote, scalogno, un poco di cipolla, e del sedano che lascio soffriggere per alcuni minuti. Aggiungo i petti di pollo tagliati a pezzetti e sfumo con mezzo bicchiere di vino bianco. Lascio cuocere per una decina di minuti e aggiungo le patate a tocchetti. Mezzo bicchiere di acqua,sale e un pizzico di pepe nero.

spaghettiedintorni.comPorto a cottura a fuoco lento e a tegame coperto. Verso nel sughetto dei crostini di pane aromatizzati con dell’aglio e servo in tavola………..

Polpi al Pomodoro e Maccheroncini al Pettine

Polpi al Pomodoro con Maccheroncini al PettineRicetta come sempre semplice ma………….Bella!!!!

Ho comprato un chilo di polpi piccoli e li ho fatti saltare in tegame con tre spicchi di aglio rosso e dell’ottimo olio Pugliese (Il famoso olio di Domenico). Ho versato mezzo bicchiere di vino bianco, una volta sfumato, copro il tegame e cuocio a fiamma bassa fino a cottura. In fine verso 500 gr di buona passata di pomodoro e del peperoncino.
(mettete un poco di sale nel pomodoro, non prima). Dopo dieci minuti il tutto è pronto, prezzemolo e un filo di olio vi faranno felici…………spaghettiedintorni

Orecchiette con Patate e Fantasia

Orecchiette con Patate e fantasiaEvviva la semplicità

L’altra sera non sapevo cosa preparare e mi è venuta questa idea. Ho preparato un abbondante soffritto di carote, cipolla e sedano e ho aggiunto delle patate tagliate a tocchetti. Una volta rosolate per alcuni minuti ho aggiunto mezzo cucchiaio di concentrato di pomodoro e un bicchiere di acqua, portando il tutto a cottura a pentola coperta. Condisco il tutto con delle orecchiette fresche , olio extravergine a crudo,  prezzemolo e una buona grattugiata di pepe nero. Parmigiano o Pecorino esalteranno la “povertà” del piatto……

spaghettiedintorni.com Parmigiano Reggiano, o meglio del Pecorino DOP, renderanno questo semplice piatto, una meraviglia…….

Crepes alla Norma

Crepes alla NormaSemplice rivisitazione di un classico della cucina Siciliana

  La Pasta alla Norma, rimane il mio piatto preferito, così ho voluto rivederlo in chiave diversa. Preparo le crepes per otto dischi da 22 cm. Mezzo litro di latte,40 gr di burro, due uova, sale, e 200 gr di farina tipo 0. Verso il tutto in un frullatore, ( farò sciogliere il burro prima nella padella di cottura) e preparo la crema lasciandola riposare in frigo per almeno una buona mezzora. In una padella antiaderente le cuocio e le metto da parte. Friggo in olio extravergine i dadini di melanzana e preparo una passata di pomodoro con aglio ,olio pugliese che avevo in casa e basilico. Farcisco le crepes con un paio di cucchiai di passata, le melanzane fritte e una generosa grattugiata di ricotta salata. le chiudo come da foto e inforno per una decina di minuti a 200°.

spaghettiedintorni.com

Semplicemente deliziosa!!!!!!!!!!

Fettine di Lonza di Maiale Ripiene

Fettine di Lonza di Maiale ripienePiatto semplice e veloce

Ieri  a pranzo non sapevo cosa cucinare e chiesi a mio figlio Andrea cosa gli sarebbe piaciuto, dicendo che non avrei avuto tanto tempo per grandi piatti. Mi ricordò questa ricetta ed ora la propongo a voi.

Prendo delle fettine sottili di Lonza, (nel caso fossero un po’ spesse, uso un batti carne), vi adagio sopra del formaggio Edamer o quello che avete in casa e del prosciutto cotto. Sovrappongo un’altra fetta di lonza e fermo con un paio di stuzzicadenti. Infarino la carne e cuocio per alcuni minuti in una padella con dell’olio extravergine, uno spicchio di aglio in camicia e qualche fogliolina di salvia. Sale e pepe e il piatto è pronto.  Una insalatina per contorno renderanno il tutto più completo. spaghettiedintorni.com

Pappardelle al sugo di Cinghiale

Pappardelle con sugo di CinghialeFantastica………..

Cuocio delle Pappardelle all’uovo in abbondante acqua salata e condisco con il sugo di Cinghiale.

Guarnisco con del pepe nero e parmigiano reggiano, a chi piace.

Per il sugo, vedi la ricetta : Bocconcini di Cinghiale in Umido con Dadi di Polenta

spaghettiedintorni

Bocconcini di Cinghiale in Umido con Dadi di Polenta

Bocconcini Di Cinghiale in Umido con Dadi di polentaRicetta gustosa che rende felici………….

Preparo la Marinatura per un chilo di carne: una cipolla,un gambo di sedano, due carote, un mazzetto di salvia, due foglie di alloro, uno spicchio di aglio, alcune bacche di ginepro, pepe nero, timo e maggiorana. Verso i bocconcini di cinghiale e annaffio il tutto con del BarberaD’asti che avevo in casa.

spaghettiedintorniCopro il tutto e lascio riposare in frigo per una notte e parte della mattina sucessiva.

Prendo un capiente tegame, in ghisa possibilmente,  verso i bocconcini con dell’olio extravergine e soffriggo dolcemente il tutto per una decina di minuti.

Con un mestolo forato aggiungo le verdure togliendo il mazzetto di salvia e una fogliolina di alloro e le bacche di ginepro. Metto un cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro per addolcire il tutto.

Verso un bicchiere di Barbera e lascio cuocere a fiamma bassa fino a cottura, aggiungendo del brodo di manzo caldo al bisogno.

Per questa ricetta la cottura è durata circa due ore e mezza.

Piccolo consiglio, non uso il vino della marinatura per la cottura, in quanto risulterebbe troppo forte il gusto finale.

In fine, lo si serve con della polenta e il piatto è pronto.

Un grazie particolare, va alla mia collega Cinzia e a suo marito che mi hanno regalato questa meravigliosa polpa………………….                              
spaghettiedintorni

Anelli Siciliani al Forno

Anelli Siciliani al Forno     Pasta al forno alla Palermitana

Si prepara un classico Ragù di carne con Piselli, si fanno cuocere gli Anellini e si scolano al dente e a strati si aggiungono delle  Melanzane fritte, provola, parmigiano e uova sode . Si lascia gratinare e la delizia è pronta.

spaghettiedintorniIn queste foto ho preparato la ricetta senza le Melanzane fritte e le uova. A Voi, come sempre ,l’ardua sentenza………..

Zuppa di Cavolo Nero con Fagioli Cannellini

Zuppa di Cavolo Nero con Fagioli CannelliniI sapori dimenticati

Deliziosa zuppa invernale, facile nella preparazione anche se  lunga nella cottura.

In una capiente pentola soffriggo del porro, carota e sedano, aggiungo il Cavolo Nero tagliato  a pezzettini e delle patate e lo lascio insaporire per una decina di minuti. Aggiungo dell’acqua, sale e del pepe nero e lascio cuocere il tutto per circa un’ora e mezza a fuoco basso. A parte avrò fatto cuocere dei Cannellini ,precedentemente lasciati in ammollo per otto ore (si possono usare anche quelli in barattolo). A cottura ultimata del cavolo Nero verso i Cannellini e finisco di cuocere per altri venti minuti.
spaghettiedintornispaghettiedintorni

Servo con un filo di olio extravergine e del grana se piace…..

Involtini di carpaccio di Pesce Spada,Pomodorini, Alici fresche, Pinoli e Origano

Involtini di Pesce SpadaSapori del Mediterraneo

Buona e semplice ricetta, preparo una base di  olio extravergine con aglio e Pomodorini e un pizzico di sale e lascio cuocere per una decina di minuti, preparo gli involtini come da foto (le Alici vanno semplicemente pulite e diliscate), li richiudo fermandoli con uno stuzzicadenti e li porto a cottura nel sugo precedentemente fatto.spaghettiedintorni

Vi consiglio di servirlo con del semplice riso Venere……….

Salsiccia con Verza su Pane Tostato

Salsiccia con Verza su Pane Tostato                         GHIOTTISSIMA……………..

In una pentola a pressione con poco olio extravergine rosolo la salsiccia con mezzo bicchiere di vino bianco e mezza fogliolina di Alloro. Verso la verza tagliata a listarelle, una cipolla a fette sottili, sale di Bretagna, pepe nero e mezzo bicchiere di acqua. Chiudo il tutto e lascio cuocere a fuoco basso per quasi un’ora. Una volta cotto il tutto lascio raffreddare e servo su una fetta di pane  caldo di semola tostata in forno.

spaghettiedintorni
Il segreto, a mio avviso, è il contrasto caldo e croccante del pane con il gustoso condimento ormai a temperatura ambiente……Ottimo come stuzzichino accompagnato  con un buon  bicchiere di Teroldego Rotaliano.

Caprese con Frittatina alle Cipolle e insalata

Caprese con Frittatina alle CipolleFreschezza con Gusto

Ingredienti: mozzarella di Bufala, pomodoro, origano e sale rosa. Per la Frittata, sei uova, parmigiano e cipolla Bianca. Piccolo consiglio, non mettete del sale tra  i vari strati di pomodoro, disponetelo attorno alla Caprese, così quando tagliate un pezzetto, raccoglierà i grani di sale garantendo una sapidità perfetta. Dimenticavo, la mozzarella di Bufala toglietela dal frigorifero almeno un paio di ore prima di essere consumata, vedrete che differenza!!!!!!!!!!

Scaloppine al Pinot Bianco, funghi Champignon e crema di Patate

Scaloppine al Pinot con funghi Champignon e Crema di PatateSemplice preparazione…..

Prendo delle fettine di Lonza di maiale e le infarino con della farina tipo 0, in una padella verso dell’olio extravergine, una noce di burro e uno spicchio di aglio in Camicia. Cuocio le fette di carne bagnandole con del Pinot Bianco e aggiungo del sale e un pizzico di pepe nero (a chi piace). Per i funghi, in un tegame a parte metto due spicchi di aglio, del prezzemolo e dell’olio  e li lascio cuocere per una ventina di minuti.Per la crema di patate (purea) cuocio a vapore delle patate e con il passa verdure preparo una crema con latte, noce moscata, burro,poco sale e parmigiano. Alla fine unisco i funghi alle Scaloppine e lascio insaporire il tutto per alcuni minuti.
spaghettiedintorni

Frittata di Patate

Frittata di patateSemplicemente Ghiotta………

Classica ricetta “povera”. Prendo due patate medie e le affetto a rondelle spesse 4-5 mm e le friggo in padella antiaderente con poco olio extravergine. Sbatto sei uova con poco latte , parmigiano grattugiato, prezzemolo, poco sale e del pepe nero. Una volta cotte le patate verso il composto di uova e lascio cuocere con un coperchio a fuoco molto basso, girando poi  la frittata.  Per quattro persone rimane un ottimo spuntino. Dimenticavo, in tempi così tristi rimane un’ottima “SCHISCETTA”.

Sarde fritte del mediterraneo, Cotolette di Tonno fresco con Menta e insalata Valeriana

Sarde fritte del mediterraneo e otoletta di tonno frsco alla mentaAdoro questo piatto!!!

Prendo delle freschissime Sarde e le pulisco, le passo nell’uovo sbattuto con prezzemolo e poco sale e le impano con del pane grattugiato (si può usare anche della farina di semola, a Voi  l’ardua sentenza) e si friggono velocemente su olio extravergine.

Si prendono delle fette di Tonno fresco e si fa la stessa procedura con foglioline di menta tritate nell’uovo. Provate, il risultato sarà fantastico!!!spaghettiedintorni

Linguine alle Alici con passata di Pomodorini di Pachino e Pinoli

Bavette alle Alici con Passata di pomodori di PachinoSemplice e gustosa

E’ veramente molto semplice nella preparazione. Soffritto di aglio rosso con olio extravergine e del peperoncino, a parte scotto in un pentolino dei pomodorini Pachino e poi li passo con il solito Passaverdure sul soffritto e lascio cuocere per pochi minuti. Aggiungo le alici fresche diliscate, una manciata di pinoli e porto a cottura per pochi minuti. Prezzemolo e olio a crudo finiscono il piatto. Splendida!!!!!!!!

spaghettiedintorni

Arrotolato di Vitello Arrosto con patate e Polenta

Arrotolato di vitello con polentaPiatto tipicamente  Invernale

L’altra sera, ho acquistato dal mio Macellaio un arrotolato di Vitello con l’intenzione di prepararlo subito e consumarlo il giorno dopo.  Pentola a pressione per una questione di tempo e con olio extravergine, una noce di burro, mezza cipolla,  uno spicchio di aglio,rosmarino, salvia,un po di sale, lascio dorare l’arrosto in compagnia di mezzo bicchiere di vino rosso. Bagno con 200 cc di acqua e lascio cuocere a pressione per un’ora. Una volta cotto lo lascio riposare in pentola sul balcone (visto le temperature) fino alla sera successiva. Polenta gialla e patate fritte nell’ olio in padella antiaderente completeranno il tutto. A proposito, l’arrosto di carne è più buono il giorno dopo e una volta freddo lo si taglia alla perfezione………

Pasta e Fagioli a modo mio

Pasta e Fagioli a modo MioGustosa e sana……..

Dosi per due persone. Io e mia moglie Elsa

Preparo un battuto di Cipolla, Carota e Sedano e lo soffriggo leggermente con olio Extravergine, poi verso 50 grammi circa di pancetta dolce e lascio dorare. Verso una Patata media tagliata a cubetti e alcune cime di Cavolfiore viola (si può usare anche dei broccoletti, o piccole foglie di spinaci) e lascio insaporire il tutto per pochi minuti. Aggiungo un barattolo di Fagioli Borlotti (a discrezione anche dei Cannellini) e un litro di acqua con l’aggiunta di un cucchiaino di doppio concentrato di pomodoro e lascio cuocere per una ventina di minuti.

Infine prendo dei Fidelini di pasta di grano saraceno e li lascio cuocere insieme alla zuppa fino alla cottura. Olio a crudo, prezzemolo e un pizzico di pepe nero completeranno il piatto……….spaghettiedintorni

spaghettiedintorni

Risotto con Zucchine, Gorgonzola e Noci

Risotto  con Zucchine, Gorgonzola e Noci  Buono!!!!!!!!!!!!

In una casseruola metto a soffriggere mezza cipolla con olio extravergine e una noce di burro. Verso il riso (Carnaroli) e lo faccio tostare per una decina di minuti, aggiungo del vino bianco e lascio evaporare. Avevo due piccole zucchine nel frigorifero e le ho aggiunte tagliate a dadini. Aggiungo al bisogno del buon brodo di manzo e porto a cottura. Manteco alla fine con il Gorgonzola e aggiungo del prezzemolo fresco.Come sempre tutto qui………….

Pasta con le Sarde

Pasta  con le Sarde

Pasta deliziosa della mia terra,vi sono alcune varianti, con o senza pomodoro,ma io prediligo con il pomodoro. Ingrediente principale è il finocchietto selvatico che va fatto cuocere nell’acqua di cottura della pasta e poi aggiunto al soffritto di cipolla in compagnia di filetti di sarde, uva passolina e pinoli. Dopo si aggiunge la passata di pomodoro e dopo una decina di minuti tutto è pronto. Gran finale, si prende della mollica di pane e la si fa tostare con un goccio di olio ev e un’acciuga e la si cosparge a mo’ di parmigiano.

spaghettiedintorni

Pasta con la Mollica o Muddica

Pasta con la Mollica o MuddicaUn piatto splendidamente fresco

Questa è una vecchia ricetta siciliana,di una semplicità fantastica e di un gusto impareggiabile. Gli ingredienti sono: Estratto di pomodoro (Concentrato), Olio extravergine, Aglio, Finocchietto Selvatico, Pane grattugiato, Acciuga sott’olio, Sale. Si prende un tegame e si versa l’olio e uno spicchio d’aglio e lo si fa rosolare delicatamente. Nella pentola di cottura della pasta si fa bollire il Finocchietto Selvatico per una decina di minuti e dopo lo si aggiunge tagliato finemente al soffritto. Si mette l’estratto di pomodoro (concentrato), si aggiunge dell’acqua, un po di sale e lo si lascia cuocere per una ventina di minuti. A parte si prende un padellino e con un filo d’olio si mette uno spicchio d’aglio, l’acciuga e il pane grattugiato grossolanamente e lo si lascia tostare.

Pasta con la mollica o MuddicaSi porta a cottura la pasta nell’acqua del finocchietto e lo si manteca con il sugo di estratto di pomodoro. Spolverata di Muddica tostata ed il piatto è pronto.

Ringrazio il mio grande amico Antonio che mi ha dato la ricetta e i suoi ricordi………………………..

 

 

 

Pasta con la mollica o Muddica

Filetti di Merluzzo con Pomodorini e Olive

Filetti di merluzzo con PomodoriniSemplice e veloce ricetta dietetica.

Dopo i bagordi delle feste natalizie vi è bisogno di leggerezza. Si prendono dei filetti di Merluzzo e si dispongono in una casseruola con due spicchi di aglio rosso in camicia,olio extra vergine, vino bianco, un bicchiere di acqua, un po di sale, pomodorini di Pachino e delle olive  verdi. Si cuoce per una trentina di minuti a fuoco basso e si guarnisce con del prezzemolo tritato.

Della insalata condita con vero aceto balsamico e il piatto è pronto!!!!!!!!spaghettiedintorni

Spaghetti con Sugo di Coniglio di Nonna Teresa

Spaghetti con Sugo di coniglioRicetta di mia nonna Teresa

Quando ero piccolo, mia nonna Teresa mi cucinava il coniglio selvatico che mio nonno abitualmente cacciava ed era una dolcezza. Lavo con del vino bianco il Coniglio e lo metto in una casseruola con della cipolla precedentemente fatta appassire con dell’olio extravergine. Lascio dorare per una decina di minuti ed aggiungo dei pomodori pelati, sale e pepe nero (a chi piace). Un’ ora e mezza circa di cottura a fuoco basso e completo con del prezzemolo. Condisco gli spaghetti con il sugo e  del Pecorino grattugiato.

spaghettiedintorniA PROPOSITO, VI AUGURO UN SERENO E MERAVIGLIOSO ANNO NUOVO !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Crema di Patate con Noci e crostini di Pane

Crema di Patate con Noci e crostini di PaneDopo le mangiate Natalizie, un po’ di leggerezza

Ieri sera volevo preparare una cena semplice per me e mia moglie Elsa. Ho preso due patate medie, e tagliate a pezzetti, le ho versate su un soffritto di aglio e olio extravergine. Ho lasciato insaporire il tutto ed aggiunto del brodo vegetale. Una volta cotto ho frullato il tutto e per raggiungere la cremosità desiderata, mezzo cucchiaio di farina di riso e proseguito la cottura ancora per una decina di minuti. Prezzemolo, gherli di noci e crostini di pane, completeranno il piatto.spaghettiedintorni

Trofie con straccetti di Salmone Affumicato ed Erba Cipollina

Trofie con straccetti di Salmone Affumicato ed Erba CipollinaGli “avanzi “del cenone Natalizio

Si sa, dopo il cenone rimane sempre qualche cosa in frigorifero, ed allora oggi ho voluto sfruttare il salmone scozzese rimasto dalle tartine preparate precedentemente. Prendo uno dei miei i inseparabili Wok, una noce di burro, e cuocio gli straccetti di salmone affumicato per circa un minuto. Verso la panna, un pizzico di sale, mix di pepe e dell’erba Cipollina e lascio cuocere per pochi minuti. Manteco il tutto con le Trofie ed aggiungo ulteriore erba cipollina e dell’acqua di cottura della pasta.

Magnifica, adoro il sapore e il profumo dell’erba Cipollina abbinata al salmone affumicato………sapaghettiedintorni

Le Telline di Donna Elvira

Le telline di Donna ElviraUna tira l’altra

Sabato sera ero con la mia famiglia a cena dalla mia amica Elvira, trent’anni di amicizia ci legano e tra i tanti doni che possiede, c’è la cucina. Riesce sempre a stupirmi e trovarmi in valle Camonica, una sera di Dicembre a mangiare le telline è stata più che una sorpresa. Molluschi deliziosi, dolcissimi, si possono condire gli spaghetti o mangiarli semplicemente una dopo l’altra.

Olio extravergine, aglio, pomodorini, prezzemolo e una generosa spolverata di pepe nero. Come sempre, tutto qui…………..

Risotto con Porro, Zafferano e Formagella della Val di Scalve

Risotto con Porro, Zafferano e Formagella della Val di ScalveOttimo

L’altra sera, mia moglie Elsa mi chiese di fare un risotto ed allora mi misi all’opera.Ho preparato un brodo di cosce di pollo con cipolla,carote, patate e sedano. Ho preso la mia casseruola in ghisa e ho versato dell’olio extravergine con una noce di burro. Tagliato a rondelline il porro e un pezzetto di cipolla e fatto soffriggere a fuoco dolce. Ho versato del riso Carnaroli e lasciato tostare per alcuni minuti a fuoco vivace,  sfumo mezzo bicchiere di vino bianco e porto a cottura con vari mestoli di brodo bollente.                                                                                                                                                                                                                            

RisottoQuasi alla fine, sciolgo, in una tazzina con del brodo, lo zafferano, e lo verso sul risotto. A parte avrò preparato dei dadini e alcune scagliette di Formagella che andrò a mantecare a fine cottura e a guarnire con del prezzemolo.                  
SPAGHETTIEDINTORNI
                                                A proposito, il pollo ,dopo, lo si è mangiato con della maionese fatta in casa………….

Linguine con sugo di Branzino all’acqua Pazza

IMG_0567Linguine con sugo di Branzino all'acqua PazzaSplendida e semplicissima ricetta.

Prendo un Branzino, lo dispongo in una casseruola, aggiungo olio, aglio, un bicchiere di vino bianco, uno di acqua, pomodorini, sale e pepe e lo lascio cuocere per una trentina di minuti a fuoco basso. Cuocio le Bavette e le condisco con il sugo insieme  a dei bocconcini di Branzino e del  prezzemolo. Semplice e gustosa………

Zuppa di Fave con Crostini di pane

Zuppa di Fave con Crostini di PaneZuppetta deliziosa.

E’ proprio vero, i gusti cambiano! Quando ero ragazzo, mia madre a volte mi proponeva la Zuppa di Fave ed io non la sopportavo, le dicevo ogni volta che non mi piaceva e ricordo il suo sguardo attonito e mi diceva:”ma come, ti è sempre piaciuta”. Poi si cresce ed allora, mi son detto:  provo a cucinarla. Ho preso delle Fave secche che ho lasciato in acqua per otto ore ad ammorbidire, soffritto di aglio in camicia e della pancetta, una patata e rosolo le fave con del peperoncino. Aggiungo dei pomodorini e dell’acqua per completare la cottura. Dopo un’ ora di a fuoco lento la zuppa è pronta.

Servo con dell’olio extravergine a crudo e dei crostini di pane fatti abbrustolire con un filo di olio e un filetto di acciuga. Credetemi, di una dolcezza ineguagliabile!!!!!!!!!!!!  A mia Madre!spaghettiedintorni

Cavolfiore Viola Affogato, detto anche Bastardo Affugatu

Cavolfiore Viola AffogatoStuzzichino proprio non è, ma è ghiotto da morire!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ingredienti per un grosso Cavolfiore Viola:

Una cipolla bianca (anche meglio quella di Tropea)             Un bicchiere di vino rosso

Una decina di olive nere mammut                                                Sale e pepe nero

3 o 4 filetti di acciuga                                                                       Un paio di cucchiai di Pecorino

Olie extravergine di oliva                                                                Mezzo bicchiere di acquaIMG_0566

Premetto che questa ricetta la si può fare con qualsiasi verdura invernale, ma il “Bastardo” rimane il più dolce e il più  delicato nel sapore.

Si affetta la cipolla e la si dispone  a strati con il Cavolfiore, le olive e i filetti di acciuga in una pentola. Si sala, si versa il bicchiere di vino rosso e il mezzo bicchiere di acqua e dell’olio extravergine. Lo si lascia cuocere a fuoco lento con il coperchio per circa 40/50 minuti,  lo si deve mischiare lentamente e alla fine si aggiunge del Pecorino e del pepe nero.  Un paio di minuti ancora di cottura e il piatto è pronto.Lo si completa con un po’ di olio a crudo.

Consigli: Il giorno dopo è ancora più buono e condito con la pasta è eccezionale.

Il formaggio che vedete nella prima foto ,  è un primo sale di pecorino con pepe nero detto TUMA. Abbinamento perfetto!Cavolfiore Viola

Pasta, Patate e Noci

Pasta, Patate e NociLa povertà degli ingredienti sono la ricchezza del gusto.

Ieri sera eravamo io e mio figlio Cesare a cena e non avevo voglia di cucinare ed allora gli ho proposto un piatto che a volte faceva mia madre. Lo ricordo ancora, in una pentola faccio imbiondire uno spicchio d’aglio con dell’olio extravergine, aggiungo delle patate tagliate a cubetti, abbondante prezzemolo e lascio rosolare per alcuni minuti.Verso un litro di acqua, sale e cuocio per venti minuti. In fine verso della pasta corta e porto a cottura. Alla fine la pasta avrà assorbito tutta l’acqua e con l’amido delle patate avrà prodotto un sugo delizioso. Olio a crudo, un po’ di pepe nero e dei gherli di noci pestati, completeranno il piatto.

spaghettiedintorni

Bocconcini di Petto di Pollo alla Bretone con Riso Basmati

Bocconcini di pollo alla BretoneE questa fu la mia prima ricetta……………

Avevo 23 anni e da qualche anno vivevo per conto mio, quando conobbi una ragazza che mi ispirò questa ricetta. Per quattro persone: affetto finemente quattro  grosse cipolle bianche che lascio stufare lentissimamente con dell’olio extra vergine. Prendo i petti di pollo e li taglio a pezzetti e li verso sulle cipolle ormai perfettamente cotte, pizzico di sale e cuocio il pollo per una ventina di minuti a fuoco dolce a tegame coperto. Infine verso della panna e guarnisco con pepe rosa in grani e del riso Basmati precedentemente bollito con una idea di curry. A proposito, il nome Bretone  della ricetta fu scelto sul momento, solo per far colpo su di Lei, ovviamente.

Credetemi, fu una cena deliziosa…………….

Panini in Pizza

Panini alla PizzaSana merenda per i vostri figli

Un pomeriggio di qualche mese fa, i miei figli volevano una merenda diversa ed allora ho provato questa semplice soluzione. Avevo dei panini al latte, li ho tagliati a metà, della passata di pomodoro, origano e mozzarella fior di latte e inforno per dieci minuti.

Molto meglio delle merendine, voi che dite?????????????

 

Seppie in umido con Patate su crema di Piselli

Seppioline in umido Rivisitazione di un classico della cucina Italiana

Prendo un kilo di seppioline e le cuocio in un tegame su un soffritto di cipolla, una spruzzata di vino bianco e lascio sfumare. Aggiungo le patate tagliate a tocchetti e con mezzo bicchiere di acqua porto a cottura il tutto. In una padella soffriggo uno spicchio di aglio  e verso i piselli, sale, pepe e una volta cotti li passo in passa verdura.

Con l’aiuto di un coppapasta verso prima la crema e dopo adagerò le seppie con le patate.

Guarnisco con prezzemolo, pepe nero e un filo di olio extravergine.

Spaghetti con Verzini

Spaghetti con Verzini Il maiale è un animale del buon Dio come tutti gli altri, al quale si fa l’atroce torto di paragonarlo a certi uomini.

I Verzini sono prodotti con carne e grasso di suino macinati insieme, cui sono aggiunti in fase di lavorazione, sale, pepe e spezie.
Hanno una pasta di color rosa chiaro, una lunghezza di 5-6 centimetri e vengono legati a filze da tre pezzi, mi piacciono particolarmente ed è per questo ho fatto questa semplice ricetta. Ho preso e frullato due scatole di pelati da 400 gr e li ho versati su un soffritto di cipolla dorata in una pentola a pressione. Una volta portato il sugo ad ebollizione, ho aggiunto i Verzini. Li cuocio per circa un’ora ed alla fine metto dei  piselli, che cuocio per circa 5 minuti. Condisco gli spaghetti con il sugo e del grana e il piatto è pronto….

spaghettiedintorni

Lasagne con Sogliola, Gamberetti e Besciamella al Curry

Lasagne con Sogliole, Gamberetti e Besciamella al CurrySapore delicato di Mare

Ricetta sperimentata per la prima volta. Ho preparato una besciamella con 80 gr di burro, 80 gr di farina e quasi un litro di latte, sale ed alla fine della cottura ho versato un cucchiaino di Curry  e un’idea di pepe. In una padella ho messo dell’olio extravergine, uno spicchio di aglio rosso in camicia del peperoncino e dei pomodorini. Su questa base ho fatto cuocere 400 gr di filetti di sogliola e portato a cottura con un goccio di vino bianco. In un pentolino ho scottato per alcuni minuti 250 gr di gamberetti con olio e sfumato con un po’ di brandy e inglobati nella besciamella.

Ho preparato una pirofila dove ho steso le sfoglie di lasagne farcendo solo due strati con le sogliole, il resto con la besciamella.In forno a 180° e cotto per trenta minuti. Ho preferito non gratinare, per mantenere la cremosità della preparazione.

Veramente buono, ma attenzione, usate dell’ottimo Curry.spaghettiedintorni

Gnocchi alla Romana

Semplice ricetta preparata con mio figlio Cesare.

Gli gnocchi alla Romana, rimangono un piatto saporito e gustoso, visto la loro semplicità, ieri sera con mio figlio Cesare ci siamo messi all’opera……..Prendo un  litro di latte e lo porto ad ebollizione, verso a pioggia 250 gr di semolino, un po di sale  e 50 gr di burro e mischio con una frusta.Cuocio per alcuni minuti, metto tre tuorli d’uovo, 100 gr di parmigiano e una grattugiata di noce moscata. Verso l’impasto su un foglio di carta da forno, livello l’impasto e con un coppa pasta, Cesare prepara dei dischetti dove li stenderà su una teglia con una  noce di burro e una spolverata di formaggio grana. In forno per trenta minuti e  gratinatura finale.

Spaghetti e Polpette alla “Joe Cipolla”

Ricetta ispirata dal cuoco di Al Capone  “Joe Cipolla”

L’altra sera, avevo fatto degli hamburger per i miei figli, carne macinata, uova, prezzemolo, formaggio grana padano e mi era rimasto un po’ di impasto. Allora, la sera dopo, ho fatto un sugo, soffritto di cipolla bianca, verso la passata di pomodoro, porto ad ebollizione e metto delle palline di macinato della sera prima. Faccio cuocere a fuoco lento per una trentina di  minuti e alla fine condisco gli spaghetti. Del grana padano grattugiato e pepe a chi piace……….

Pasticcio di Lasagne semplici semplici

Veloce e buona.

Venerdì scorso, uscito dal lavoro, come sempre,  non avevo idea di cosa cucinare. Mio figlio maggiore tornava dall’università alle  venti e volevo preparare qualcosa di stuzzicante. Affetto e faccio imbiondire mezza cipolla bianca con olio extra vergine. Aggiungo una passata di pomodoro e porto a cottura.

Preparo una besciamella con 50 grammi di burro, 50 grammi di farina di grano tenero e mezzo litro di latte, noce moscata e due cucchiai di parmigiano. Miscelo la besciamella con la passata di pomodoro e in una teglia guarnisco a strati le  sfoglie di lasagne con grana e provoletta calabra.

Gustata e piaciuta!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Trofie con Ragù di Nasello e punte di Asparagi

Adoro gli Asparagi!!!!

L’altra sera, tornando dal lavoro, non sapevo cosa preparare per cena. Vado al supermercato e decido. In una padella imbiondisco uno spicchio di aglio con olio extra vergine, metto una manciata di pomodori Datterini e della polpa di Nasello con le punte di Asparagi. Porto a ebollizione l’acqua della pasta, verso i rimanenti asparagi tagliati a rondelle e le Trofie.

Manteco il tutto e a voi la scelta tra Peperoncino o Pepe nero……

Spaghetti con Patate e Ossibuchi

Ennesima semplice ricetta………..

Si soffrigge un battuto di sedano, carota e cipolla in una pentola a pressione, si mettono gli ossibuchi a rosolare con mezzo bicchiere di vino bianco. Poi si versano due bicchieri di acqua, si aggiunge il sale e si fa cuocere per circa un’ora.

A dieci minuti dalla fine, si spegne la pentola, si mettono le patate tagliate a pezzetti e si richiude. altri dieci minuti e il tutto è pronto. Con il sughetto si condiscono gli spaghetti e si guarnisce con prezzemolo e una bella macinata di pepe nero.

Zucchine Tonde Ripiene di Pasta con Cuore di Burrata e Frutti di Capperi

Venerdì sera al supermercato ho visto queste belle zucchine tonde, e ho subito pensato alla ricetta…………

In un Wok ho messo uno spicchio d’aglio con dell’olio extravergine.Ho preso le zucchine e fatte sbollentare per sette otto minuti in acqua bollente. Le ho svuotate dalla polpa e massa a saltare nel Wok con pomodorini, olive  verdi e frutti di Capperi di Pantelleria.

Ho fatto cuocere le Nastrine del pastificio De Cecco e mantecato il tutto con il sugo, ho riempito le zucchine dove precedentemente sul fondo ho messo un pezzetto di buratta Pugliese.

Dieci minuti in forno, una macinata di pepe nero e il piatto è pronto.

Spaghetti con Passata di Pomodoro, Zucchine Fritte e Basilico

Che meraviglia!!!!!!!!!!

Tanta semplicità, ma tanto gusto.

Questa mattina entrando in ufficio alle 8, con malcelato orgoglio, ho esclamato: Guardate la mia creatura………….

Leggero soffritto di aglio rosso, verso la passata di pomodoro, sale,cottura per di dieci minuti e foglie di basilico.

Metto a friggere le zucchine tagliate a rondelle e unisco il tutto. Grana Padano stagionato venti mesi e il piatto è pronto.

Fantastica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

La Zuppa Gallurese

La Zuppa Gallurese rimane una splendida delizia nel panorama gastronomico italiano.

Questa ricetta la conobbi per caso, ero in viaggio di nozze con mia moglie Elsa in Sardegna ed ospite di un nostro amico che gentilmente ci aveva ceduto il suo appartamento. Per la festa di San Giovanni, si svolgeva una bellissima sagra nel delizioso paesino di Santa Maria Coghinas. Arrivati, eravamo gli unici “stranieri” e appena saputo che eravamo in viaggio di nozze, diventammo gli ospiti d’onore.  In enormi pentoloni bolliva della carne di pecora e le Donne nelle cucine, saputo che ero il cuoco di casa, mi hanno subito svelato questa meravigliosa e semplice ricetta.

Dosi per 6 persone

Pane Carasau ( lo si trova comodamente nei supermercati, o quasi )

Brodo di Pecora ( lo so, è più facile dell’ottimo brodo di manzo )

Pecorino dolce Sardo ( in questo caso ho usato un ottimo Montenerone Marchigiano )

Prezzemolo

Pepe nero

Mollica di pane

Grana Padano.

Si prende una teglia e si comincia a stendere uno strato di Carasau, sopra si metterà prezzemolo, pecorino, mollica di pane, pepe nero e grana. Si continua fino al bordo della teglia. Attenzione, si prenderanno dei pezzetti di Carasau per formare i bordi, come nella foto sopra.

Si Praticherà con un coltello una frattura al centro della teglia e si verserà una parte di  un litro e mezzo di brodo bollente e lentamente il rimanente via via sui bordi. Si aspetta una ventina di minuti affinché il pane Carasu si gonfi e lo si mette in forno per una quindicina di minuti per una veloce cottura e gratinatura.  Credetemi veramente fantastica!

Linguine con Cime di Cavolfiore Viola, Uva Sultanina e Pinoli

Dolcezza e colore

E’ una preparazione assai semplice ma di grande gustosità.

In una pentola con acqua e sale si fanno sbollentare per pochi minuti le cime di cavolfiore, in una padella si farà imbiondire dell’aglio con dell’olio extravergine, pinoli e uva sultanina lasciata ammorbidire in una tazza di acqua tiepida per una mezzora circa. Si versano le cime e un cucchiaio di passata di pomodoro. Dieci minuti di cottura e il tutto è pronto.

Le linguine si faranno cuocere nella pentola di cottura del Cavolfiore e una volta scolata la si salta nel sugo.

Pepe nero e parmigiano completeranno questo delizioso piatto.

A proposito, nel Catanese  lo si chiama “Bastardo” e la vera ricetta che lo esalta di più, si chiama…………

“Bastardo affogato”. Il prossimo fine settimana vi darò la ricetta.

Spaghetti con Tomino e Tartufo d’Alba

Come non cucinare.

Qualche giorno fa ero con mia moglie Elsa a fare un giro a Pisogne, un piccolo e delizioso paesino sul lago d’Iseo, e nel passeggiare abbiamo trovato un negozio veramente carino. Un fruttivendolo dove vendevano frutta e verdura e marmellate della zona a prezzi veramente competitivi.

Non solo, avevano anche delle lecornie Piemontesi ed allora,  visto un vasetto di Tomini al Tartufo, abbiamo deciso di acquistarlo e gustarlo con gli spaghetti del pasificio Martelli. Veramente Ottimo.

Risotto con funghi Porcini e Piattone della Valtellina

Ottimo il Piattone della Valtellina.

il Piattone è un formaggio a pasta molto morbida, il cui nome deriva dalla sua insolita forma piatta. Il sapore è molto dolce e delicato, ottenuto dalla lavorazione di latte intero, il Piattone ha una consistenza cremosa, che gratifica il palato con una leggera persistenza burrosa. Per questo ho pensato di mantecarlo a fine cottura con un ottimo risotto ai funghi Porcini freschi.

Doratura della cipolla con olio extra vergine e una noce di burro.

Si aggiungono i Porcini e si lascia per un attimo cuocere a fuoco vivace.

Riso Carnaroli, mezzo bicchiere di vino bianco e dopo la giusta tostatura, brodo di manzo al bisogno. Alla fine si manteca con la formagella e la si serve con prezzemolo e dadini di Piattone.  Alla via così.

Pizza di pasta Sfoglia

Semplice stuzzichino per bambini e non……………

L’altro pomeriggio, i miei figli mi hanno chiesto una merenda un po’ diversa ed allora ho provveduto.

2 rotoli di pasta sfoglia rettangolare

1 etto di prosciutto cotto

1 scatola di pomodori a pezzettini

1 confezione di Galbanino

1 pizzico di origano

Ho steso la prima sfoglia  su una teglia, dove ho posato il prosciutto,e versato i pomodori con un po’ di sale e origano e le fette di Galbanino. Ho ricoperto il tutto con la seconda sfoglia e infornato a 180° per 30 minuti.

Deliziosa.

Spaghetti con passata di Peperoni, Melanzane e Caciocavallo Silano DOP

Con questa ricetta ho voluto ricreare in parte il gusto della famosa Caponata.

Dosi per 4 persone

12 Peperoni medio piccoli gialli   1 Cipolla bianca  1 spicchio d’aglio

2  melanzane

pepe nero q.b.

Caciocavallo Silano DOP

In un tegame verso dell’olio extravergine, i peperoni  e la cipolla tagliati a fettine . Lascio stufare a fuoco lento per una quarantina di minuti. Una volta cotti,  li passo in un passaverdura dove la crema la lascerò cuocere con uno spicchio di aglio per alcuni minuti con un pizzico di sale e del pepe nero.

A parte friggerò le melanzane. Una volta cotti gli spaghetti, li manteco con la crema di peperoni, aggiungo le melanzane e un bella grattugiata di Caciocavallo.

Semplicemente buona.

Carbonara con Zucchine

Veloce e completa!!!!!!!!!!!!

Adoro questa ricetta, è semplice ma a livello nutrizionale completa.

In un Wok metto un goccio di olio extravergine e verso del guanciale tagliato a piccoli pezzettini e una zucchina .

Lascio saltare fino a che tutti gli ingredienti sono croccanti. A parte, sbatto un uovo per persona con un cucchiaio di grana e uno di pecorino, con l’aggiunta di una grattata di pepe nero. (no Sale)

Di conseguenza,  per 4 persone ci vorranno 4 uova, 4 cucchiai di grana e 4 cucchiai di pecorino. Cuocio gli spaghetti e li verso nel Wok mantecando con il guanciale e le zucchine,verso le uova e il piatto è pronto.

Come vedete nella foto la crema è deliziosa e indovinate che spaghetti ho usato??????????????????

Capretto in Casseruola

Buonissimo

Ieri sera ero al supermercato ed ho visto in offerta del Capretto, ho chiesto al macellaio, vista l’amicizia, se fosse buono.

Il suo entusiasmo mi convinse ad acquistarne un chilo.  Arrivato a casa ho pensato di prepararlo il giorno dopo, sabato, così avrei avuto più tempo. Ma dopo un po, mi sono deciso, lo cucino questa sera.

Premetto, non ho mai cucinato il Capretto, ho preso la mia casseruola in ghisa e ho versato un filo di olio extravergine e una noce di burro dove ho fatto soffriggere una cipolla bianca tagliata sottile e uno spicchio di aglio. A parte ho preparato mezzo litro di brodo.

Una volta appassita la cipolla, ho messo i pezzi di Capretto, ho bagnato con un bicchiere di vino bianco e lasciato rosolare aggiungendo foglie di salvia e rosmarino. Ho coperto la pentola e lasciato cuocere per un’ora e mazza a fuoco lento, versando al bisogno il brodo. Una meraviglia, la carne si tagliava con la forchetta, gustosissima, ma il vero segreto è  la casseruola in ghisa, cuoce in maniera uniforme  e con  temperatura costante.

Una polentina e delle patate saltate e la cena è pronta……….

Spaghetti del Pastificio Martelli alle Vongole Veraci

La qualità degli ingredienti ovviamente fa la differenza.

In un Wok soffriggo aglio,  olio extravergine , peperoncino, pomodorini datterini e verso le vongole veraci e  lascio cuocere per una decina di minuti aggiungendo dell’abbondante prezzemolo. Attenzione non salate, in quanto i mitili sono già sapidi.

Una volta cotti gli spaghetti, si manteca il tutto.

Come vedete il piatto è semplicissimo, ma gli spaghetti Martelli fanno la differenza. E’ semplicemente meravigliosa. Profumata,vellutata, e con una rugosità capace di trattenere qualsiasi sugo. L’eccellenza!!!!!!!!!!!!!

Lascio a Voi la conoscenza tramite il loro sito http://www.martelli.info

Sono venuto a conoscenza di questa delizia tramite un negozio a dir poco meraviglioso,”LA DISPENSA”  un “bengodi” , dove la varietà di prodotti di nicchia è esaltata. Paste, vino, conserve, salumi, formaggi, Ostriche della Bretagna meravigliose e Noci di Capesante sempre fresche fanno la vera differenza .Vi è anche la  possibilità di ordinare gamberi di Mazzara del Vallo e altre leccornie. Tutto questo è merito di due ragazzi, Davide e Peter che con la loro professionalità e splendida disponibilità,sono in grado di soddisfare  qualsiasi desiderio.

Orecchiette con Broccoletti

Belle e gustose!!!!!

Si tagliano i Broccoli a pezzetti e si fanno scottare nell’acqua di cottura della pasta.

In una padella si fa rosolare aglio olio extravergine e pomodorini con del peperoncino,poi si versano i broccoletti e si fanno saltare per pochi minuti.

Si aggiungono le orecchiette una volta cotte e una bella grattugiata di pecorino romano dop.

Sogliola alla Mugnaia con vellutata di Ceci e cubetti di Zucca

Altra ricetta semplice 

Adoro il Pesce, ve ne sarete accorti, andando in pescheria venerdì sera ho notato delle Sogliole appena pulite e le ho acquistate.

In verità avevo voglia anche di una zuppa di legumi ed allora, uniamo le cose, ho pensato.

Sabato mattina ho messo in ammollo in acqua fredda dei ceci e la sera li ho cotti in pentola a pressione con una bella cipolla,carota e sadano e un paio di pomodori freschi.

Ho preso i filetti di Sogliola e li ho infarinati con della farina di semola di grano duro (rimangono più croccanti rispetto alla farina di grano tenero) e brevemente fritti in olio di oliva extravergine.

A parte ho passato i ceci e fatti rinvenire in padella con un filo di olio. Avevo anche della Zucca che ho cotto al forno per una ventina di minuti e rosolata in padella con dell’aglio, il gusto dolce della zucca ha avuto un ottimo successo.

Ho steso la crema sui piatti e adagiato le Sogliole, unito la zucca e cosparso di prezzemolo e un filo di olio. Due minuti in forno e la ricetta è fatta!

A proposito, cosa mi preparo questa sera? Zuppa di ceci con crostini…………….

Nastrine con Cannellini, pomodori Ciliegino e Broccoletti

“Minestra Asciutta” consolatoria.

Si, dopo una giornata stressante di lavoro,  ci vuole una minestra così.

Tornato a casa non sapevo come consolarmi ed allora ho preparato un battuto di carota, cipolla e sadano e fatto rosolare con olio evo. Aggiungo i pomodorini e i ciuffi di broccoletti e dopo qualche minuto verso i fagioli Cannellini,  precedentemente fatti bollire (si possono usare per una questione di tempo,  anche quelli in scatola) e copro con circa 500 cc di acqua. salo e lascio cuocere per circa una ventina di minuti. Una volta scolata la pasta la condisco con il sugo e aggiungo dell’olio a crudo, una granuggiata di pepe (per chi lo apprezza) e del grana.  Come sempre “Tutto Quì”.

Strangozzi con Involtini di Vitellone e passata di Pomodoro

Mi sono permesso di rivisitare la ricetta originale Pugliese in maniera più semplice………

Doratura della cipolla con olio extravergine, a parte preparo delle piccole fettine di vitellone, sulle quali adagerò del prezzemolo tritato, aglio a pezzettini e una fettina di Pecorino Romano d.o.p. e le chiudo con degli stuzzicadenti.

Nel soffritto, verso la passata di Pomodoro e gli involtini e lascio cuocere a fuoco bassissimo per circa un’ora.

Così facendo i sapori si fondono creando un sugo magnifico.

Condisco gli Strangozzi e lascio a Voi il giudizio……………

 

 

Arrosto di Magatello con Funghi Porcini e Polenta Taragna

Qui nelle valli del bergamasco, come quelle bresciane, la domenica si consuma il rito dell’arrosto con polenta.

E’ una ricetta assai gustosa, ed è indicata nei mesi autunnali e invernali.

Personalmente la preparo, per una questione di tempo nella pentola a pressione. Verso dell’olio extravergine con salvia ,rosmarino, uno spicchio di aglio e una mezza cipolla,  rosolo il Magatello con un mezzo bicchiere di vino bianco. Dopo la rosolatura, aggiungo circa 300 ml di acqua e salando il tutto, cuocio per circa un’ora. A parte avrò provveduto a mettere in ammollo 50 gr di funghi porcini secchi in acqua tiepida per un’ora circa e dopo averli filtrati con una garza li aggiungo all’arrosto e fatti cuocere insieme ancora per una decina di minuti. Il segreto del buon arrosto, è che va lasciato raffreddare e consumato il giorno dopo e accompagnato con della soffice polenta Taragna.

Dimenticavo, i miei figli adorano questo piatto con delle patate saltate in padella.