Frittata di Alici

Frittata di Alici

Sapore di Mare………

Ingredienti :

6 uova, 500 gr di alici, prezzemolo, sale, pepe, poco grana grattugiato

Sbattete le uova, aggiungete le alici senza lisca, ovviamente, poco sale , pepe nero, prezzemolo ed una idea di grana  grattugiato a chi piace.

Padella con olio extravergine, e la Frittata è Fatta!!!!!!!!!!!!!

Alici in frittata

A proposito, il contorno, lo stabilite VOI!!!!!!!!!!!!!

Sarde a Beccafico al modo Catanese cotte in forno con Zucchine alla Mentuccia……..

Sarde a Beccafico

Arriva l’estate…………..

Magnifiche, lavo le sarde e le pulisco togliendo la lisca e le apro a libro, le lascio macerare nell’aceto bianco per una trentina di minuti. Intanto preparo il ripieno, uovo, pangrattato, uva passa (ammollata nell’acqua per almeno un’ora), pinoli, pecorino romano, parmigiano, abbondante prezzemolo,una idea di aglio e qualche goccia di aceto bianco.

sarde

Stendo su di esse, un poco di ripieno.

Le chiudo con un’altra Sarda, le passo nell’uovo sbattuto in precedenza, con un po’ di sale e pepe e passo il tutto nel pangrattato.Teglia ricoperta di carta da forno, sistemo le “beccafico” e inforno a 180° fino a cottura. Per le zucchine: tagliate a rondelle, le metto sulla mia pentola in ghisa a cuocere a fuoco vivo con olio evo, aglio, prezzemolo, sale, pepe nero e foglioline di menta.

Beccafico e arte

Ho voluto fotografare il piatto con accanto una tempera originale post futurista del pittore e pubblicista Giuseppe Bacci, regalo meraviglioso di due persone speciali……………………………….

Falso Magro con Patate e Polenta

Falso MagroPer chi ama gli Stufati……………Veloci!!!!!!

Il falso magro è una ricetta tipicamente siciliana. E’ di una semplicità sconvolgente ed un costo assai contenuto. Ovviamente ho voluto unire alla tradizione meridionale quella della Polenta che tanto piace in famiglia. Non do le dosi, a voi le quantità. Allora, incominciamo! Per il ripieno, ho preso degli spinaci (o qualsiasi altra verdura a foglia verde) e dopo averla cotta a vapore l’ho saltata in padella con aglio, burro, parmigiano e una idea di sale.  In un padellino ho rosolato della salsiccia e sfumato con del vino bianco. Verso gli spinaci e il trito di salsiccia in un robot da cucina e creo così il ripieno. Premetto, non amate la salsiccia, usate del prosciutto, cotto o crudo, oppure solo verdura! Bene, ora passiamo alla carne. Prendete delle fettine di vitellone, sbattetele con il batticarne e su un foglio di carta da forno, stendetele formando tra loro una sorta di rettangolo dove verserete il ripieno. Richiudete il tutto a mo’ di “polpettone” e legatelo con dello spago per alimenti.Falso magro con patateRosolatelo in un tegame con olio extravergine e dell’aglio, aggiungete un mestolo di brodo e le patate tagliate.

Lasciate cuocere il tutto a fuoco lento fino a cottura ( il sugo deve essersi ritirato). Servitelo con delle nuvole di polenta e il piatto è pronto!!!!!!!!!Falsu MagruFalso Magro con Patate e Polenta

Vitello Tonnato

Vitello TonnatoAltro “Classico” della cucina italiana::::::::::::::::::

E’ vero, rimane un classico, in estate è una ricetta fantastica. Penso che chiunque sia in grado di prepararla, questo è il mio modo. Prendo un Magatello e lo cuocio in pentola a pressione in compagnia di carote, sedano, cipolla, una patata e del sale, per circa un ora. una volta cotto,lo lascio raffreddare nel suo brodo. Per la salsa: In un Minipimer metto 2 uova sode, tonno sott’olio sgocciolato, un’acciuga,capperi, olio extravergine e del brodo di cottura della carne e due gocce di aceto balsamico. Frullo, controllando  la densità e assaggio. Affetto la carne, verso la salsa sopra e lascio per un paio di ore a riposare in frigo dolcemente. Guarnisco con delle foglioline fresche di sedano e capperi. vitel tonnè

Filetto di Manzo al Pepe Verde

Filetto di Manzo al pepe verdeIl classico dei classici…………….

Non amo particolarmente la carne, preferisco di gran lunga il pesce o i legumi, ma ogni dieci anni circa, mi preparo un filetto al pepe verde. Prendo la mia padella in ghisa e ben calda sciolgo una noce di burro con una idea di olio extravergine, vi adagio i filetti , legati con dello spago per mantenerne la forma, e lascio cuocere a fuoco medio per 2 minuti circa per lato. Tolgo la carne e la tengo al caldo in un contenitore chiuso ermeticamente. Nella padella a questo punto verso circa 40 ml di delizioso Zibibbo (si dovrebbe usare del cognac ma lo Zibibbo emana dei profumi afrodisiaci) e lo lascio evaporare felicemente.Verso un cucchiaio di pepe verde in salamoia precedentemente schiacciato, due cucchiaini di senape dolce di Digione e 50 ml di panna fresca. In questa crema deliziosa ripongo i filetti di manzo, aggiungo del sale e li lascio nuotare per un paio di minuti a fuoco bassissimo.Filetto al pepe La famiglia ringrazia!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Involtini di manzo con caciotta affumicata e crostini di polenta

Involtini di manzo con caciotta affumicataCome fare la solita “triste bistecchina” in modo leggermente diverso.

Oggi mio figlio Andrea non voleva mangiare l’arrosto con patate e polenta rimasto da ieri e gli ho proposto una semplice bistecca con insalata verde. Accettato!! Non avevo voglia di cucinare ma l’idea di fare una triste “bistecchina” ai ferri, mi avrebbe riempito di  sensi di colpa per una esistenza intera. Allora metto un poco di olio extravergine in un padellino con uno spicchio di aglio e lo lascio leggermente dorare. Prendo le “tristi” fettine di carne e le spolverizzo con del prezzemolo e una fettina di caciotta affumicata e un mix di pepe. Formo degli involtini e lascio cuocere brevemente in padella. In una piastra di ghisa faccio arrostire le fette di polenta del giorno prima e le servo con la carne. spaghettiedintorni.comAlla fine non è stata poi così triste…………………………

Uovo al Burro con Polenta detto anche Ciarighì

Uova al burro con Polenta detto CiarighìDa un piatto povero nasce l’eccellenza…………

Questa mattina alle otto ho iniziato a preparare il classico arrosto domenicale, tipica ricetta bergamasca. Si preparano le patate al forno e ovviamente la Sacra Polenta. Non essendo un estimatore della carne mi sono preparato un uovo al burro di Malga, accompagnandolo con della polenta, il classico Ciarighì, (uovo fritto nel burro). Credetemi, semplicemente fantastico. Provatelo, in una giornata uggiosa ti scalda l’anima………..Ciarighì